Italia-Ungheria, ITL Group al forum di Milano Stampa questa pagina
12
Ottobre

Italia-Ungheria, ITL Group al forum di Milano

Scritto da 
Pubblicato in IT-HU

A Milano si è tenuto il 12 ottobre il  Forum Italia – Ungheria organizzato dall'Ambasciatore d'Italia a Budapest, Massimo Rustico, in collaborazione con ICE Agenzia e con l'ufficio ICE di Budapest. Alla giornata presso il Palazzo delle Stelline hanno preso autorità italiane e ungheresi, oltre a una rappresentanza dell'imprenditoria italiana in Ungheria. Tra questi ha portato la sua testimonianza Alessandro Farina, fondatore di ITL Group arrivato a Budapest 25 anni fa.

L'iniziativa che ha coinvolto l'Ambasciata d'Italia a Budapest l'agenzia ICE di Budapest in collaborazione con gli uffici di Roma e Milano e con la Confindustria, ha visto la presenza del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Angelino Alfano, del Ministro degli Affari Esteri e del Commercio ungherese Péter Szijjártó e del presidente dell’Agenzia ICE Michele Scannavini, oltre alle autorità italiane in Ungheria rappresentate dall'Ambasciatore d'Italia Massimo Rustico (nella foto qui sotto) e dal Direttore dell'ufficio di Budapest di ICE Agenzia, Marco Bulf.


 

 

L’evento, scrive il Ministero degli Esteri, ha perseguito l'obiettivo di "proporre all’industria italiana le molteplici opportunità espresse dal mercato ungherese e, al contempo, offrire alle nostre aziende una occasione utile per gli investimenti diretti e possibilità di collaborazione industriale nei progetti più rilevanti che l’Ungheria prevede di realizzare". Al pubblico è stato presentato un quadro composito sulla realtà ungherese, grazie agli interventi di: Ádám Kovács, Ambasciatore d’Ungheria in Italia, Róbert Ésik, Direttore HIPA, Antal Nikoletti, Sottosegretario del Ministero dell’Economia Nazionale, Gergely Jákli di Exim Bank e Réka Martini, MFB-National Development Bank. Da parte italiana si sono avvicendati Simonetta Acri di SACE,
 Marco Iannaccone, vice CEO di UniCredit Bank Hungary Zrt., Marco Sisti di CIB Bank (Intesa San Paolo Group). Il Panel "Operare in Ungheria" ha visto le testimonianze di: Francesco Fanciulli di Prysmian Group, 
Mauro Grana di Orange 1
, Giacomo Pedranzini di Kometa ’99 Zrt.
, Alessandro Farina di ITL Group Kft. e 
Francesco Maria Mari Presidente della Camera di Commercio Italiana per l’Ungheria.

Il Direttore di ICE Budapest Marco Bulf ha sottolineato nel suo intervento "il contesto favorevole sia degli indicatori macroeconomici ungheresi sia dell'interscambio e dell'export italiano in Ungheria. L'Ice Agenzia di Budapest - ha aggiunto Bulf - grazie ad un maggiore impegno finanziario da parte del governo italiano potrà quindi meglio supportare concretamente  le aziende italiane con servizi promozionali e di assustenza personalizzata".
Dopo l'introduzione delle istituzioni e il quadro delle opportunità in Ungheria presentato da Peter Esik, Presidente dall'Agenzia Ungherese per gli Investimenti (HIPA), la parola è andata agli investitori italiani operanti nel Paese. Alessandro Farina ha ripercorso le tappe dei suoi 25 anni a Budapest, dove nel 1995 ha fondato ITL Group. Farina riflette anche sul futuro di chi investe nel Paese: "Dobbiamo affrontare questo mercato come punto di partenza e non di arrivo. Per anni si é parlato della posizione strategica dell'Ungheria, ma in realtá in pochi ne abbiamo veramente compreso a pieno il potenziale. Oggi dobbiamo pensare di portare in questo paese non la sola mera funzione produttiva, ma anche la ricerca e sviluppo, la distribuzione commerciale e l'ufficio acquisti". 

“L’Ungheria - ha concluso Farina - é un po' come il cubo di Rubik, inventato da un ungherese, geometricamente complesso, dalle molte sfaccettature, ma anche comprensibile se qualcuno preparato vi aiuta. Ogni sfida é un'impresa. Noi siamo qui per coglierla con passione con voi”. 

Redazione Economia.hu

Letto 259 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da ITL Group

Articoli correlati (da tag)