2021 Procedura whistleblowing obbligatoria per le aziende di grandi dimensioni

Anche in Ungheria entro il 2021 si dovranno istituire procedure di whistleblowing per le aziende di grandi dimensioni. A seguito della direttiva emanata dal Parlamento europeo in data 07/10/2019 sulla “Protezione degli individui che segnalano violazioni delle norme comunitarie” le aziende con più di 50 dipendenti o con fatturato annuo superiore a 10 mln di euro, nonchè i comuni con più di 10 mila abitanti dovranno, entro il 2021, istituire appositi canali interni di whistleblowing.

Come riporta il sito WhistleB, per whistleblowing si intende il comportamento tenuto da una persona che in ambito lavorativo segnala ai propri superiori che all’interno dell’azienda sono avvenuti atti illeciti di un qualche tipo, ad esempio episodi di corruzione, molestie o violazioni della policy aziendale.

La direttiva è pensata dunque per incentivare meccanismi di autodenuncia di questo tipo, al fine di scongiurare comportamenti illegali e garantire anonimato all’informatore e alla persona da esso segnalata. Le imprese e le pubbliche amministrazioni dovranno dare la possibilità di denunciare per iscritto, ad esempio con lettere o mail, ma anche a voce attraverso linee telefoniche o con incontri privati di persona.

Fonti: BBJ | giurdanella.it | WhistleB

Leggi anche:
http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/luglio-per-le-aziende-sara-obbligatoria-ogni-rendicontazione-iva/

Niccoló Traldi

Niccoló Traldi, laureato in Economia e Marketing presso l'Università di Modena, é attualmente iscritto al corso di laurea magistrale in Marketing presso l'Università Luiss Guido Carli. Tirocinante presso ITL Group, collabora con la redazione di Economia.hu.