Sono 225 le aziende svedesi in Ungheria: è una delle notizie emerse dall’incontro Szijjártó-Linde

Il Ministro degli Affari e del Commercio Estero Péter Szijjártó ha incontrato Ann Linde, controparte svedese, a Budapest. Alla conferenza stampa organizzata subito dopo l’incontro, Szijjártó ha affermato che lo scorso anno il commercio bilaterale tra l’Ungheria e la Svezia ha raggiunto più di 2 miliardi di euro: 225 aziende di proprietà svedese danno lavoro a 15000 persone in Ungheria.

Ha osservato che cinque società svedesi hanno investito 7 miliardi di HUF per la crisi del coronavirus, preservando 4.300 posti di lavoro.

Szijjártó ha detto che l’Ungheria utilizza i suoi aerei da caccia Gripen, acquistati dalla Svezia alcuni anni fa, per difendere non solo il proprio spazio aereo, ma anche quello dei Paesi Baltici e della Slovenia.

Il commento della Ministra svedese Ann Linde

“Oggi sono stata a Budapest, capitale dell’Ungheria, per incontrare il mio collega ministro degli Esteri e conversare con la società civile. Sono passati nove anni dall’ultima visita di un ministro degli Esteri svedese in Ungheria, quindi il mio viaggio è stato urgente per discutere le questioni legate alla presidenza svedese dell’OSCE, alla prossima presidenza dell’Ungheria nel Consiglio d’Europa e al rapporto tra i nostri paesi che hanno celebrato i 100 anno relazioni diplomatiche. Non è un segreto che pensiamo in modo diverso su diverse questioni, mentre è importante che possiamo avere una conversazione rispettosa in cui esprimiamo le nostre opinioni e avere la possibilità di discutere questioni in cui possiamo cooperare più come il commercio, il clima, le questioni forestali e la difesa e sicurezza. Ho anche incontrato rappresentanti della società civile e ascoltato le loro opinioni sullo sviluppo della democrazia, dei diritti umani, della libertà dei media, dei diritti LGBTI e dei principi dello Stato di diritto. È stata una conversazione molto gratificante con molti esempi di come la situazione in Ungheria si sia progressivamente deteriorata negli ultimi anni.”

Ann Linde, ad esempio, ha difeso la CEU in precedenza, esortando l’Unione europea a intraprendere un’azione più dura contro il governo ungherese in un forum del 2017. Nel 2021, la Svezia, presidente dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE), uno Stato membro scandinavo, attirerà l’attenzione sull’enfasi sullo Stato di diritto.

“Poniamo l’accento sul programma governativo Drive for Democracy e continuiamo la nostra politica estera femminista e la lotta contro la criminalità organizzata.”

 L’incontro Szijjártó-Linde si è anche concentrato su altri temi come lo stato di diritto, i diritti umani e le questioni relative alla politica di genere in Ungheria. Sono stati affrontati anche la migrazione, il cambiamento climatico e la politica europea di vicinato.

Fonte: origo.hu | BBJ.HU | Facebook |Index.hu

Fonte foto: Embassy of Sweden in Budapest, pagina Facebook

ARTICOLI RECENTI

Arianna Cerri