8 cose che fanno dell’Ungheria il Paese dell’acqua

Sai tutto di Budapest? Con l’avvicinarsi dei Mondiali di Nuoto FINA 2017, a luglio a Budapest, l’Ungheria punta una volta di più sull’acqua come elemento fondamentale per il Paese. Proprio l’organizzazione dei campionati di Nuoto ha stilato una lista di 8-1 fatti chiave da sapere sull’Ungheria “Terra delle Acque”. Vediamoli insieme. 

1. Sotto l’80% del territorio ungherese è possibile trovare acqua termale e curativa: l’Ungheria è quinta al momento per ricchezza di fonti termali, dopo Giappone, Islanda, Italia e Francia

2. La Duna Arena, location principale dei Mondiali di Nuoto FINA 2017, è stata costruita all’insegna della sostenibilità e può essere ricostruita dopo i mondiali con una capacità ridotta di 6000 posti anziché 15mila.

3. L’Ungheria comprende il più grande lago curativo al mondo, quello di Hévíz.

4. A Városliget (parco cittadino di Budapest) sarà costruita la prima piscina mobile nella storia dei Mondiali di Nuoto FINA.

5. Budapest dal 1934 può vantare il maggior numero di strutture termali e medicali rispetto alle altre capitali europee: circa 100 pozzi termali e curativi che si aggiungono a oltre 400 pozzi da acqua minerale amara con temperatura compresa tra i 24 C e 78 C.

6. a Budapest ci sono 15 bagni termali aperti al pubblico, tra cui i più noti sono Széchenyi, Gellért, Rudas e Lukács. L’anno scorso oltre 4 milioni di persone hanno visitato i bagni termali della capitale ungherese. 

7. I bagni Széchenyi sono i più grandi d’Europa. Con 3 piscine all’aperto e 15 piscine al coperto, il complesso è dotato del pozzo più caldo della città, con i suoi 77 C, situato a 1257 metri di profondità.

8. L’Ungheria può vantare al momento la nuotatrice di maggior successo nel mondo, eletta dalla Federazione Internazione Nuoto per 3 anni di fila, nel 2014, 2015 e 2016.

adattamento a cura di Claudia Leporatti

Redazione Economia.hu

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/