800.000 euro a sostegno dell’Export

Il governo ungherese ha deciso di offrire supporto all’esportazione e incentivi agli investimenti. Fino a 800.000 EUR a sostegno degli investimenti effettuati da società esportatrici che operano in Ungheria, ha dichiarato il ministro degli Affari esteri e del commercio Peter Szijjártó all’agenzia di stampa statale MTI dopo la riunione del gabinetto di ieri.

Il supporto, che è uno dei tre prodotti offerti dall’ungherese Exim, potrebbe coprire fino al 50% del valore dell’investimento, ha affermato. Il sostegno si basa su una recente decisione dell’Unione europea che consente agli Stati membri di concedere fino a 800.000 EUR agli investimenti da parte di società che hanno subito perdite a causa della pandemia di coronavirus, ha affermato Szijjártó.

La Commissione Europea ha autorizzato il lancio del nuovo sistema di promozione degli investimenti

“La Commissione europea ha autorizzato il lancio del nuovo sistema di promozione degli investimenti annunciato nell’ambito del piano d’azione per la protezione dell’economia, nell’ambito del quale gli investimenti delle imprese ungheresi possono ricevere finanziamenti per un massimo di 800 mila euro”, Ministro degli Affari esteri e Trade Péter Szijjártó ha annunciato sulla sua pagina Facebook.

Új exporttámogatási és beruházás-ösztönzési programot indít a kormány!

Új exporttámogatási és beruházás-ösztönzési programot indít a kormány!A magyar gazdaság teljesítményét alapvetően meghatározzák a külpiaci eredményeink. Az elmúlt években a magyar vállalatok nagyon sokat tettek azért, hogy az exportpiacokon sikerrel szerepeljenek, most ezeket a sikereket kell megvédenünk.

Posted by Szijjártó Péter on Wednesday, April 15, 2020

Il ministro ha spiegato di essersi consultato con il Commissario europeo per il commercio Phil Hogan in considerazione del fatto che i ministri del commercio dell’UE terranno una riunione la prossima settimana per la prima volta dallo scoppio della pandemia di coronavirus. Ha sottolineato il fatto che lui e il Commissario avevano concordato nel dire che nessuno ha il diritto di limitare il flusso internazionale di merci.

“Se ciò dovesse accadere, ciò provocherebbe gravi danni economici a tutti i paesi del continente.
È anche importante che l’UE continui ad allentare le normative sul finanziamento statale degli investimenti, poiché si tratta di un presupposto importante per la protezione dei luoghi di lavoro e la creazione di nuovi”, ha sottolineato Szijjártó.

Fonte: BBJ.HU | MTI | KORMANY.HU

Articoli che potrebbero interessarti

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/