A Budapest, dove fioriscono gli hotel

Dovrebbe aprire a 100 metri dall’Opera di Budapest il nuovo Hilton Garden Inn, in Lázár utca 11-13. Un altro annuncio arriva da Deutsche Hospitality, che farà il suo ingresso in Europa orientale con il marchio IntercityHotel proprio a Budapest, pare davanti alla stazione di Keleti e con design italiano.  Da pochi giorni, inoltre, Tripadvisor ha consacrato l’Aria Hotel Budapest come migliore hotel del mondo.

I giardini Hilton
Per il Garden Inn l’Hilton (nella foto, credit Hilton Garden Inn) ha raggiunto un accordo di franchising con Accent Hotel Management. Dell’hotel è stato reso noto che occuperà nove piani, dovrebbe essere pronto per l’estate del 2018 e che permetterà la vista sulla Basilica di Santo Stefano oltre che sui palazzi adiacenti. Secondo il commento del senior vice president EMEA di Hilton Patrick Fitzgibbon “L’Ungheria si mantiene una destinazione turistica in costante crescita e nel 2016 Budapest ha mostrato uno dei tassi di crescita di entrate più alti d’Europa”. 
Tedesco con toni italiani
Gli interni del 300 stanze della Deutsche Hospitality saranno firmati da Matteo Thun, noto architetto bolzanese al cui nome sono legate strutture in tutto il mondo. In base al comunicato stampa, l’edificio comprenderà bar, ristorante, area conferenze e parcheggio sotterraneo.
Altre novità del settore
L’anno scorso l’Aria Hotel Budapest, magnifica struttura a tema musicale (scopritelo nel nostro Speciale) era stato già premiato per la migliore struttura Spa e Benessere. Adesso ha trionfato nella categoria “Travellers” a meno di due anni dal debutto, affermandosi come punto di ritrovo anche per i cittadini, soprattutto grazie alla suggestiva terrazza con vista sulla cupola di Santo Stefano.
In calendario per il 2018, invece, l’inaugurazione del hotel tedesco della catena Meininger vicino al Mercato Centrale (vedi qui). Un boom di aperture che segue la scia di quello già notevole del 2015 con l’aggiunta anche di due Hotel Ibis Styles dallo stile alternativo.
Pochi giorni fa aveva fatto notizia l’anniuncio di “W Hotels”, gruppo Marriott, per l’hotel di lusso che dovrebbe trovare posto davanti all’Opera, all’interno dell’ex Istituto del Balletto.
La zona si fa dunque sempre più fitta di strutture di alto livello, dopo l’apertura dello splendido Hotel Moments, sempre lungo Andrássy ut. Con la domanda che non smette di crescere (vedi qui), l’offerta non può che arricchirsi.

Per approfondire sul boom alberghiero a Budapest e in Ungheria clicca qui.

Claudia Leporatti 

Redazione Economia.hu

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/