Respinti i cittadini stranieri all’aeroporto internazionale Ferenc Liszt di Budapest

Come abbiamo scritto nel nostro articolo sull’aggiornamento sulla epidemia da Coronavirus e i suoi impatti, è entrato in vigore il decreto del governo che vieta ai cittadini stranieri di entrare in Ungheria.

Da ora in poi, i documenti di tutti i passeggeri in arrivo saranno controllati all’aeroporto internazionale Ferenc Liszt di Budapest. Solo i cittadini ungheresi e i cittadini dei paesi dell’area europea che hanno il diritto di residenza permanente in Ungheria potranno entrare in Ungheria. Tutti gli altri cittadini stranieri vengono respinti dalle autorità e devono attendere nell’area di transito designata fino alla partenza.

L’ambasciata britannica ha dichiarato al BBJ che il ministero degli affari esteri ungherese ha confermato che i cittadini britannici sono ancora considerati cittadini SEE, visto il periodo di transizione della Brexit. Tuttavia, sta spingendo per ulteriore chiarezza su ciò che costituisce “residenza permanente”.

REPÜLŐTÉRI NAPI ÉRTESÍTŐ: TÁJÉKOZTATÓ A COVID-19 JÁRVÁNYÜGYI INTÉZKEDÉSEKRŐLA Budapest Airport a mai naptól kezdve…

Posted by Budapest Airport on Wednesday, March 18, 2020

I cittadini stranieri non possono entrare in Ungheria: comunicato ufficiale dell’aeroporto di Budapest

Un decreto del governo entrato in vigore martedì 17 marzo proibisce ai cittadini stranieri di entrare in Ungheria. Da oggi, i documenti di viaggio di tutti i passeggeri in arrivo vengono controllati all’aeroporto di Budapest. A seguito di tale ispezione, solo i cittadini ungheresi e i cittadini stranieri che arrivano dai paesi del SEE che hanno diritto a residenza permanente possono entrare in Ungheria. Tutti gli altri cittadini stranieri vengono respinti dalle autorità e devono attendere nell’area di transito designata fino alla partenza.

L’aeroporto di Budapest non sta chiudendo; continuerà ad accogliere e lanciare voli. Tuttavia, da martedì, solo i cittadini ungheresi e i cittadini stranieri che arrivano dai paesi dello Spazio economico europeo (Stati membri dell’UE, Svizzera e Norvegia) che hanno diritto alla residenza permanente e attestano questo diritto con una carta di residenza permanente possono entrare in Ungheria. Tali cittadini stranieri sono trattati allo stesso modo dei cittadini ungheresi.

Chiunque, ungherese e straniero, é libero di partire dall’aeroporto nei prossimi giorni.

La polizia aeroportuale controlla i documenti di viaggio dei passeggeri di tutti i voli al valico di frontiera. Nel caso di famiglie che viaggiano insieme, se almeno una delle parti è un cittadino ungherese, il familiare straniero (figlio, genitore, nonno, marito o moglie) può entrare in Ungheria.

Rimane in vigore l’obbligo per i cittadini ungheresi che arrivano dalla Corea del Sud, dall’Iran, da Israele, dalla Cina e dall’Italia di sottoporsi a controlli medici obbligatori al momento dell’ingresso nel Paese.

I cittadini stranieri che non sono autorizzati ad entrare in Ungheria devono attendere nell’area di transito designata fino alla partenza. L’aeroporto di Budapest offre coperte, cibo, acqua minerale e, su richiesta, maschere facciali per tali passeggeri in attesa nell’area di transito.

Insieme alla direzione della polizia aeroportuale, l’aeroporto di Budapest è pronto ad attuare controlli alle frontiere. Per garantire un processo senza soluzione di continuità, tutti i voli arriveranno al Terminal 2B in futuro, dove verrà effettuata l’ispezione dei documenti di viaggio.

Fonte: Aeroporto di Budapest | BBJ.hu

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/