Aeroporto di Budapest: più di mezzo milione di passeggeri a luglio

Il numero di passeggeri all’aeroporto di Budapest è aumentato in modo significativo. A luglio sono stati registrati 538.074 passeggeri, un numero che si avvicina al traffico totale del primo semestre del 2021.

Aeroporto Ferenc Liszt International di Budapest

Secondo i dati dell’aeroporto Ferenc Liszt International di Budapest, 604 mila passeggeri hanno utilizzato l’aeroporto da gennaio a giugno. Il numero di passeggeri a luglio, cioè un solo mese, ha rappresentato l’89 percento del traffico totale del primo semestre del 2021.

Il numero di passeggeri a luglio, oltre mezzo milione, è il doppio dei dati rilevati a giugno; tuttavia rappresenta solamente il 34% del traffico di luglio nell’anno record del 2019.

Nel primo trimestre sono arrivati ​​all’aeroporto di Budapest dai 2.000 ai 3.000 passeggeri quotidianamente, a giugno invece una media di circa 10.000 , mentre a luglio di ben 18.000 passeggeri al giorno.

“La progressiva ripresa del numero di passeggeri sarà sostenuta dal continuo allentamento delle restrizioni di viaggio, dall’aumento delle vaccinazioni, nonché dall’introduzione del Green Pass”, ha affermato l’operatore aeroportuale.

Oltre a queste misure, il Governo ungherese ha recentemente approvato la rinnovata Strategia nazionale per lo sviluppo del turismo, basata sulla digitalizzazione, l’implementazione del marketing e delle vendite orientati al consumatore e lo sviluppo della formazione professionale. Questi investimenti mirerebbero a far diventare l’Ungheria la più popolare meta turistica dell’Europa Centrale nel 2030.

I dati dell’aeroporto Ferenc Liszt International di Budapest, su una crescita del turismo in questo periodo rispetto all’anno precedente, ma che comunque rimane ben al di sotto del livello registrato prima della pandemia, viene confermato anche dal settore delle guide turistiche come si può leggere nel nostro articolo.

La lenta ripresa del turismo italiano a Budapest

Abbiamo inoltre intervistato Áron Coceancig, fondatore di Sfumature di Budapest, l’unico free tour con guide turistiche in italiano nella capitale, a proposito di questa tematica che ha confermato la situazione:

”Rispetto all’anno scorso, i primi dati del mese di agosto ci dicono che c’è un incremento del 30-35% dei turisti rispetto allo scorso agosto, durante il quale c’era stato un po’ di movimento per il turismo prima che chiudessero i confini l’1 settembre.

C’è quindi un miglioramento, seppur lento, che ci dà un po’ di ottimismo per i mesi a seguire, anche se comunque si rimane su un calo dei turisti dell’80% rispetto al periodo pre-Covid”.


FONTE: Azuzlet.huFONTE FOTO: ITL Group KFT

ARTICOLI RECENTI

Matteo Visentin