Banca Nazionale Ungherese: moratoria su rimborsi e finanze durante l’epidemia

Nelle ultime settimane, la Magyar Nemzeti Bank (MNB) non ha solo formulato requisiti di vigilanza per i mercati finanziari, ma – a seguito di consultazioni con gli operatori del mercato e i loro rappresentanti di interessi – ha fornito, e continua a fornire, assistenza per la moratoria dei pagamenti e altre normative relative alla situazione epidemica.

Requisiti di vigilanza relativi all’emergenza

A tal fine, la banca centrale ha recentemente pubblicato una raccolta di domande e risposte (aggiornate settimanalmente, in lingua ungherese) a supporto della comprensione dei regolamenti governativi e dei requisiti di vigilanza relativi all’emergenza e della loro corretta applicazione quotidiana, principalmente per gli enti creditizi, le società finanziarie e tutte le altre parti interessate.

Ciò include: servizi di scoperto, carte di credito, prodotti di risparmio immobiliare, abbuoni di interesse, leasing finanziario, prestiti ipotecari, alcune emissioni speciali per le imprese finanziarie, la gestione del debito, nonché commissioni di prestito complete.

Una sezione separata si occupa della condotta da applicare in relazione alla gestione dei reclami da parte degli operatori del mercato e all’amministrazione dei clienti. Tra le altre cose, l’MNB si aspetta che gli istituti finanziari trasmettano in anticipo i testi delle comunicazioni scritte ai propri clienti alle autorità di vigilanza della protezione dei consumatori della banca centrale in merito alla moratoria sul riscatto. L’MNB ha inoltre indicato la direzione in cui gli istituti finanziari interessati dovrebbero richiedere informazioni ai propri clienti nel caso in cui non desiderino utilizzare la moratoria sul riscatto. È anche attesa da parte della banca centrale che gli operatori del mercato informino i propri clienti esattamente attraverso quali canali di comunicazione possono indicare la loro intenzione alla banca o all’impresa finanziaria in questione.

Nell’ultimo periodo, l’MNB ha espresso la propria posizione in una circolare alla direzione riguardante, tra l’altro, il trattamento dei clienti al dettaglio che erano in ritardo prima del periodo della moratoria dei pagamenti in conformità con la legge CCIS (Central Credit Information System). 

MNB in risposta all’epidemia covid-19

L’MNB ha anche recentemente creato una sottopagina separata sul suo sito Web per presentare le risposte economiche e finanziarie al coronavirus

Si ricorda che nelle ultime settimane la banca centrale ha formulato le sue aspettative di vigilanza per gli operatori finanziari, assicurativi, del mercato dei capitali e dei mercati dei fondi nelle circolari di gestione e nel quadro delle consultazioni professionali.

In questi casi, l’MNB ha dichiarato che, anche nell’attuale emergenza, si aspetta che tutti i partecipanti ai mercati finanziari servano sempre i propri clienti con la qualità adeguata, nel rispetto delle necessarie misure di sicurezza. 

Una delle chiavi della stabilità finanziaria e della fiducia nei mercati è che i vari settori continuano a funzionare durante l’epidemia, al servizio dei loro clienti. Poco dopo l’annuncio dell’emergenza, gli attori finanziari hanno ricevuto una guida di vigilanza dettagliata sulle misure di mitigazione del rischio che avrebbero adottato, in alcuni casi in materia di riduzione del capitale anticiclica, esenzioni, esenzione e in altri aspetti in materia di inasprimento (ad esempio un divieto di pagamento di dividendi).

Fonte: MNB


Articoli recenti

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/