Banche: Raiffeisen resta in Ungheria

Raiffeisen resta in Ungheria. Dopo le voci degli ultimi giorni sulla possibile uscita dal paese e l’offerta da parte dalla Széchenyi Bank di rilevarne le filiali, la banca austriaca ha deciso di diffondere una dichiarazione ufficiale sulla sua intenzione di mantenere la presenza nel Paese.

Nei prossimi sei mesi, aggiunge l’istituto di credito, sarà effettuato un aumento di capitale allo scopo di rifinanziare l’aiuto finanziario ricevuto dallo stato austriaco come supporto per la crisi. “Nel corso delle ultime settimane Raiffeisen Bank International ha valutato attentamente le offerte ricevute per la sua filiale ungherese, Raiffeisen Bank Zrt. Dopo una valutazione complessiva dell’ultima offerta RBI ha deciso, per adesso di non portare avanti la cessione dell’unità magiara sotto le condizioni disponibili al momento”. L’ultima offerente era stata la Széchenyi, di proprietà per il 49% dello stato ungherese, con un’offerta simbolica da 1 euro.

Claudia Leporatti

Redazione Economia.hu

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/