Becton Dickinson inaugura fabbrica in Ungheria

Becton Dickinson ha aperto un impianto da 6 miliardi di fiorini – circa 19,3 milioni di euro – nel parco industriale di Tatabánya creando 107 posti di lavoro.

La struttura produrrà reagenti per ricerca immunologica e di biologia cellulare impiegati per la produzione di prodotti medicinali. Finanziato in parte con fondi UE e una sovvenzione statale, lo stabilimento da 10.500 metri quadrati si aggiunge a quello preesistente nella cittadina ungherese, dove in tutto impiega oltre 700 risorse. A Tatabánya BD ha infatti inaugurato una fabbrica ad aprile 2010 con un investimento da 100 milioni di euro avviato nel 2008. 

Circa la metà dei nuovi posti di lavoro creati sono rivolti a personale qualificato con laurea in biologia, biochimica o manifattura. Un ulteriore investimento è stato annunciato a novembre 2016 e prevede l’espansione dell’impianto di siringhe aperto nel 2010, aggiungendo altri 219 posti di lavoro.

Redazione Economia.hu

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/