Brevi: pochi ungheresi vanno in vacanza

Circa 2 terzi degli ungheresi resteranno a lavoro per tutta l’estate e di questi alcuni non usufruiranno delle ferie. Il quadro tratteggiato dal sondaggio del popolare mercato online Jófogás (l’Ebay locale) non sarà certo lo specchio della società, basandosi su un campione di 8mila rispondenti, ma pare indicatore quantomeno di una tendenza. Quella a preferire piccole vacanze durante l’anno piuttosto che a concentrare le ferie nei periodi di alti stagione.

Il 57  Appena il 7% dei partecipanti, infatti, pianifica una vacanza di oltre due settimane, mentre la maggior parte di chi risponde che sì, andrà in vacanza, preferisce spostarsi per 2 giorni o al massimo una settimana. I dati sono in miglioramento rispetto al 2017: spiega infatti Jófogás, un terzo dei rispondenti  ha dichiarato di avere in programma una vacanza più lunga di quella dell’anno scorso. Il budget previsto per le vacanze è tra i 50-100mila fiorini (150-300 euro) per un quarto di quanti hanno risposto che andranno in vacanza, mentre il 19% di questa stessa fetta prevede di spendere 30-50.000 HUF (90-150 euro). Vacanze oculate dunque, con una netta preferenza per il turismo interno, del resto favorito dal governo con benefit quali sconti negli hotel. Il 55% degli ungheresi rispondenti al sondaggio dichiara infatti che farà villeggiatura in Ungheria, contro il 47% che andrà all’estero.

Foto Ben White 

Redazione Economia.hu

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/