Budapest, interviste dall’incubatore di startup (1): Absorice

Budapest è un fiorire di startup. Siamo andati a scoprirne alcune all’interno di un luogo speciale: l’Innovations Lab della CEU, l’Università dell’Europa Centrale. Un’area dedicata all’interno della facoltà che offre l’ambiente ideale e un’assistenza unica nel suo genere a giovani imprenditori con idee brillanti. Lo abbiamo visitato con la responsabile Andrea Kozma e intervistato alcune delle aziende attive. Per la prima puntata della nostra mini serie vi presentiamo Absorice. 

Absorice è un’azienda ungherese al 100% che ha inventato un supplemento alimentare a base proteica privo di lattosio e di glutine, sfruttando e combinando le proprietà di riso e piselli. I prodotti creati dai giovani inventori di questa linea sono sugli scaffali dei negozi specializzati già da qualche anno, ma nell’incubatore l’officina Absorice lavora alla sua espansione internazionale.
UNA STARTUP FATTA DI STARTUP: L’Innovations Lab
“Con la crisi economica gli ultimi 10 anni le risorse economiche hanno perso chiare destinazioni dove andare – spiega Andrea Kozma -. In questo contesto gli incubatori si sviluppano come un passaggio naturale tra gli studi e il lavoro, incentivando le iniziative imprenditoriali”. L’Innovations Lab è aperto anche ai non iscritti all’università, a patto che almeno un membro del team sia studente della CEU. Le startup presenti, al momento 6, interagiscono e si confrontano, lavorando in uno spazio comune. I vantaggi però non si limitano all’aerea di lavoro e includono “mentorship” e “coaching” ad opera di professori di una delle università più all’avanguardia della regione, supporto nel creare un business plan e progettare il primo anno di attività, allestimento di workshop su temi pratici come la raccolta di finanziamenti e molto altro. “La posizione all’interno della CEU è il più grande valore aggiunto del nostro incubatore e lo rende unico”.  Andrea è stata avvocato per circa 20 anni in Ungheria e in Inghilterra, dove a lavorato a lungo con giganti del mondo dei media e di business strategy. Finché non si è resa conto di essere più interessata ai business plan che alla legge. Adesso la sua missione è fare delll’Innovations Lab il primo nella regione: “considero l’I-Lab in sè una startup. Come tale deve crescere e questo processo è tra i più affascinanti”. 

{youtube}9c8HQa0j4Y4|600|450|0{/youtube}

Intervista e video di Claudia Leporatti

Redazione Economia.hu

 

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/