Camera per il Commercio e per l’Industria di Budapest apre sezione italiana: intervista

6 Giugno 2014 -Intervista ai fondatori del neonato desk italiano della Camera per il Commercio e per l’Industria di Budapest, la BKIK,

una delle strutture più importanti della rete camerale nazionale ungherese, con una vocazione internazionale in pieno sviluppo. L'”olasz osztály” è quello che potremmo tradurre come “sportello italiano” e si pone come ulteriore supporto alle aziende ungheresi interessate all’Italia e al suo mercato. Per approfondirne funzionamento e obiettivi, Economia.hu ha intervistato il presidente e il co-presidente dell’Italian desk, rispettivamente Németh Miklós e Alessandro Stricca.

La Camera per il Commercio e per l’Industria di Budapest, che oggi ha sede a Buda in Krisztina Korut, è stata la prima camera di commercio di Pest, nata nel 1850, ben prima che Pest e Buda diventassero un’unica città (1873). Il primo presidente, Valero J. Antal, produceva tessuti (aveva una grande fabbrica nell’attuale centro di Pest) e la sua attività lo portò a frequenti scambi con le città italiane specializzate nella lavorazione della seta, da Lucca a Venezia passando per Firenze. Un aneddoto cui fa brevemente accenno Nemeth Miklós prima di iniziare l’intervista e che richiama la longevità degli interscambi tra Italia e Ungheria. 

L’apertura dello sportello italiano si inserisce in un piano di specializzazione che ha visto l’apertura di 12 desk internazionali, corrispondenti ad altrettanti Paesi, tra cui la Cina, di cui sono un altro è europeo, la Spagna.

Clicca qui per l’intervista VIDEO. Quali altri dipartimenti per lo sviluppo delle relazioni internazionali esistono all’interno della Camera per il Commercio e per l’Industria di Budapest? 

Ci sono 12 altri dipartimenti esteri all’interno della BKIK, tutti extra-europei. Oltre a quello italiano l’unico altro desk dedicato a un Paese europeo è quello spagnolo. 

Il vostro dipartimento è nato all’inizio del 2014 ed è quindi un’iniziativa in via di costruzione. Come mai è nato proprio in questo periodo, se c’è una ragione specifica?

Il desk italiano è nato nel 2014 nell’ambito della politica che sta attuando la Camera di Budapest per il Commercio e per l’Industria che ci ha chiesto di collaborare con la dirigenza della camera stessa per sviluppare in modo mirato i rapporti economici con l’Italia. 

Di cosa si occuperà il dipartimento?

Il dipartimento nello specifico andrà ad aiutare la BKIK nello sviluppo di tutte le iniziative economiche che coinvolgono insieme Italia e Ungheria. Da segnalare che la BKIK ha già firmato un accordo con la Camera di Commercio di Milano e uno con la Promos.

 

Ci sono possibilità di sviluppo legate alla Presidenza europea?

Si tratta di una grande opportunità, molto importante per noi e per le relazioni comuni tra Italia e Ungheria. (Németh Miklós)

 

Fondamentale anche per la prospettiva di collaborazioni tra imprese italiane e ungheresi nel resto dell’Unione europea e nel resto dell’area del Mediterraneo, che è una regione molto importante, anche per le linee programmatiche ed economiche dell’Ungheria.  (Alessandro Stricca)

 

Articolo e video a cura di Claudia Leporatti 

Redazione Economia.hu 

 

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/