Catone Kft investirà circa 19 milioni di euro nella costruzione di uno dei più grandi centro di congelamento

Uno dei più grandi centri logistici di congelamento nell’Europa centrale e orientale dell’Ungheria è in costruzione a Budaörs.

L’azienda di proprietà italiana, Catone Kft, ha recentemente annunciato che investirà circa 7 miliardi di HUF (circa 19,5 milioni di euro) nella costruzione di uno dei più grandi centro di congelamento in Ungheria.

Világgazdaság ha riferito che l’investimento dovrebbe essere completato entro il 2022.La nuova struttura aggiungerà un ulteriore 70% alla sua capacità attuale e la società creerà almeno 30 nuovi posti di lavoro nella regione. L’azienda prevede che le sue entrate raddoppieranno come risultato di questo investimento.

La Catone Kft è tra le 10 maggiori società italiane in Ungheria e, proprio come ITL Group, ha iniziato la sua attività in Ungheria nel 1995. Secondo Világgazdaság, la società sta sviluppando ed espandendo costantemente la propria attività, nonostante le crescenti preoccupazioni economiche dovute alla pandemia di coronavirus .

Fonte

La nuova struttura, scrive Budaorsi Info, avrà una superficie di 10.000 piedi quadrati con 12 livelli di stoccaggio. Sarà in grado di immagazzinare un totale di 21.888 pallet di dimensioni standard da 1 tonnellata. La temperatura di conservazione sarà di -25 gradi Celsius.

Dal ricevimento della merce in magazzino, la movimentazione del materiale sarà completamente automatica, la merce raggiungerà il luogo di stoccaggio senza toccare una mano umana, e il processo sarà altrettanto automatico all’esterno. Il sistema, che consiste in un magazzino completo ed è sospeso al binario, è composto da un massimo di 180 pallet l’ora.

La sede dell’azienda a Budaörs si occupa di stoccaggio, trasporto nazionale e internazionale, distribuzione e altri servizi logistici di alimenti refrigerati e congelati. Serve clienti come Unilever, Upfield, Tesco, Fornetti o Burger King, hanno scritto.

La cella frigo non è l’unico investimento che Catone Kft. Sta facendo nonostante la crisi economica globale: l’azienda ha recentemente acquistato anche 40 nuovi camion Renault T520 SC .

Secondo i dati aziendali disponibili al pubblico, il fatturato di Catone Kft. Derivante dalle vendite nazionali e all’esportazione è stato di 4,3 miliardi di HUF l’anno scorso, rispetto ai 4,1 miliardi di HUF dell’anno precedente. L’utile al netto delle imposte ha superato i 243 milioni di HUF nel 2019 e i 53 milioni di HUF nel 2018.

Oltre al nuovo investimento di Catone Kft in strutture, la società ha recentemente acquistato anche 40 nuovi camion Renault T520 SC.

Tringer Zoltán, direttore esecutivo di Renault Trucks per la regione orientale, ha commentato di essere contento che le aziende, dopo lo shock iniziale della pandemia, abbiano ricominciato a investire.

Ha affermato che questo ordine è stato il secondo più grande quest’anno e, a causa della pandemia in corso, la struttura del pagamento è flessibile. In questo modo, entrambe le società si assumono dei rischi, ma è necessario per mantenere viva l’economia.

ARTICOLI RECENTI

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/