Cena stellata sul Budapest Eye

Colpito da un crollo del fatturato dopo la scomparsa dei turisti stranieri, il ristorante ungherese Costes, stellato Michelin, ha organizzato un evento gastronomico sulla ruota panoramica Budapest Eye per generare vendite in un ambiente a prova di coronavirus.

Il proprietario di Costes, Karoly Gerendai, ha affermato che il fatturato in uno dei suoi ristoranti riaperti è sceso a circa un decimo dei livelli di pre-blocco, costringendolo a cercare nuovi modi per fare affari.

“Ora che non ci sono molte persone né sulla ruota panoramica né al ristorante perché non ci sono turisti, si è presentata l’opportunità per farlo”, ha detto parlando dell’evento all’attrazione principale nel centro di Budapest.

“Ora è particolarmente importante che le persone possano essere separate dagli altri ospiti per essere al sicuro, e la ruota panoramica è l’ideale con le sue cabine separate“.

“Cena stellata tra le stelle … Se qualcuno forse non ha sentito parlare dell’iniziativa unica di Costes Downtown: sabato sera, 17 ottobre 2020, si può anche cenare al ristorante sulla ruota panoramica sotto il cielo stellato. La barra dei menu serviva: Terrina di manzo in umido e fegato d’anatra, ortaggi a radice arrosto Gruccia marinata, zucca e cicoria Grigliata, gnocchi, topinambur e salsa di zucca Pera in posa Bellissimo stile Helena. Sono ancora disponibili un paio di cabine, ma per ottenere il massimo dall’evento è prevista la chiusura delle prenotazioni domani. Ulteriori dettagli e prenotazione: sotto il pulsante nella pagina principale del nostro sito web (www.costesdowntown.hu)”

A partire da domenica, l’Ungheria aveva segnalato 46.290 casi di COVID-19 con 1.142 morti e l’economia si sta dirigendo verso una contrazione del 5-7% quest’anno.

I biglietti per la nuova esperienza culinaria di Costes costano fino a 48.000 fiorini ($ 154,40) ciascuno per un pasto di quattro portate e sono esauriti in pochi giorni, ha detto Gerendai, poiché i clienti locali benestanti cercavano una rara fuga dai vincoli delle restrizioni del coronavirus.

Gerendai ha in programma di ripetere l’evento quando il clima più caldo arriverà in primavera, anche se la più fresca notte di ottobre non è stata un deterrente per i clienti di sabato.

“Volevamo uscire un po’e goderci di nuovo un’esperienza perché abbiamo vissuto abbastanza chiusi”, ha detto Szabolcs Balazs, che ha consumato il pasto con sua moglie e due figli.

“Andavamo spesso nei ristoranti; siamo stati da due stelle Michelin, ma a causa del COVID abbiamo smesso di andarci. Quindi questa è l’unica possibilità per noi ora perché qui siamo davvero separati”.

Fonte: facebook.com/costesdowntown | thechronicleherald.ca

ARTICOLI RECENTI

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/