Claessens inaugura uno spazio da 500 milioni di fiorini a Somogycsicsó

Martedì a Somogycsicsó (225 km a sud-ovest di Budapest) è stato inaugurato il centro di 2.000 metri quadrati dell’impianto di Csicsó Pig Kft., che appartiene al gruppo Claessens ed è stato costruito per mezzo miliardo di fiorini. Il gruppo oggi ungherese, fondato da una famiglia di agricoltori belga più di 20 anni fa, si aspetta vendite per 20 miliardi di HUF quest’anno, scrive agroinform.hu.

Il ministro dell’Agricoltura István Nagy ha sottolineato durante l’evento che in tutte le situazioni economiche difficili, gli investimenti e lo sviluppo pianificato possono essere una soluzione.

Il ministro ha definito il centro di 2.000 metri quadrati costruito dalla società per la manutenzione dei macchinari utilizzati per la produzione agricola e per lo svolgimento dei compiti amministrativi uno dei più moderni impianti di questo tipo in Ungheria. 

Allo stesso tempo, ha richiamato l’attenzione degli attori agricoli sul fatto che “non puoi, non devi fermarti, devi andare avanti” .

Anche l’agricoltura è entrata nell’era della digitalizzazione anche qui stanno comparendo nuovi sviluppi e campi della scienza, che richiedono un modo di pensare e un atteggiamento completamente diversi, ha affermato il ministro. Credeva che la chiave del successo fosse l’apertura alle novità del mondo e che le persone coinvolte potessero, volessero e amassero usarle.

István Nagy ha affermato che il centro di produzione vegetale e l’ impianto di miscelazione dei mangimi costruito a Terebezdpuszta, che è adatto anche per la lavorazione del mais crudo, grazie all’investimento di 3,1 miliardi di HUF, aumenterà in modo significativo la competitività e la redditività del Gruppo Claessens, contribuendo a promuovere l’occupazione, gli standard di vita e il mantenimento della popolazione rurale. e, grazie alla tecnologia moderna, per migliorare l’impronta ecologica dell’allevamento di animali in Ungheria.

Il gruppo detiene 2.100 mucche e produce oltre 24 milioni di litri di latte all’anno  – foto: AM / Csaba Pelsőczy

Un quarto di secolo della famiglia Claessens di origine belga ha acquistato l’azienda successore della South Somogy State Farm. I membri della famiglia hanno ottenuto la cittadinanza ungherese, il loro gruppo di società è diventato il più grande detentore di animali di Somogy, impegnato nell’allevamento del bestiame, nella produzione di latte, nell’allevamento di suini, nell’ingrasso e nella produzione agricola. 

Il foraggio necessario per nutrire gli animali viene prodotto nei propri campi o acquistato da allevatori vicini.

Claessens Peter, uno dei proprietari del gruppo, ha detto a MTI di avere più di 2.100 mucche, più di 24 milioni di litri di latte all’anno e un obiettivo di 25 milioni di litri quest’anno. Ha aggiunto che la mandria di scrofe da riproduzione è composta da 8.500 individui, gli animali danno alla luce 350.000 suinetti all’anno. 200.000 dei suinetti vengono allevati nei propri allevamenti di ingrasso, il resto viene venduto sul mercato interno.

Claessens Kft., Agrár Kft. e Csicsó Pig Kft., Che appartengono al gruppo aziendale, hanno realizzato un fatturato di 10 miliardi di HUF lo scorso anno e poco meno di 15 miliardi di HUF lo scorso anno. Secondo Péter Claessens, quest’anno dovrebbero raggiungere i 20 miliardi di HUF.

ARTICOLI RECENTI

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/