Col Natale aumentano i turisti a Budapest: anche da New York e Tel Aviv

Budapest può aspettarsi una forte stagione turistica natalizia e invernale, con prenotazioni di voli per la capitale ungherese da parte dei viaggiatori a lungo raggio in crescita del 29,3% per il periodo dal 15 dicembre al 15 gennaio, secondo una ricerca della società di analisi dei viaggi ForwardKeys.

La crescita è la seconda più forte tra le città dell’UE, con solo Helsinki davanti alla capitale ungherese con un tasso di crescita del 29,6%. Altre due capitali hanno registrato risultati particolarmente positivi nella regione CEE: Bucarest, che ha registrato la terza crescita più forte (28,4%); e la capitale ceca Praga, con un incremento del 16,5%, la nona performance più forte dell’UE.

Budapest – Spice of Europe

“Quando osserviamo i dati, vediamo che la forte posizione di prenotazione di Budapest è dovuta alla notevole crescita della capacità sulle rotte da New York e Tel Aviv“, ha detto al Budapest Business Journal Jérôme Goldberg, direttore globale del commercio al dettaglio e dei viaggi presso ForwardKeys.

“Tuttavia, c’è di più. Budapest è una città meravigliosa ed elegante che ha un’esperienza straordinaria da offrire ai visitatori, tra cui un’architettura spettacolare, musei maestosi e un ricco patrimonio storico culturale. “

Mentre negli ultimi anni ha raggiunto i suoi omologhi dell’Europa occidentale, vale la pena notare che Budapest è ancora in ritardo in termini di percentuale totale di prenotazioni a lungo raggio al di fuori dell’UE. Le tre destinazioni principali Londra, Parigi e Roma possiedono una quota totale rispettivamente del 16,2%, 13,6% e 7,4%. Budapest, con la sua quota dell’1,5% è ancora molto indietro rispetto a Monaco, che occupa l’ultimo posto nelle prime 10 destinazioni con una quota del 3% sul totale.

Proiezioni sul Castello di Buda

Rispetto alle altre capitali europee

D’altra parte, Vienna, sembra essere a breve distanza. La città rappresenta circa il 2,1% delle prenotazioni totali a lungo raggio, registrando una crescita annuale dell’8%.

La performance della capitale ungherese sembra ancora più impressionante, se si considera il fatto che è riuscita a battere alcuni dei suoi coetanei occidentali. Budapest ha una fetta più ampia del totale delle prenotazioni rispetto a Copenaghen (1,1%), Helsinki (1,2%) e Atene (1,3%).

Tra i concorrenti diretti dell’ex blocco orientale, Budapest segue solo Praga, che ha una quota di prenotazione del 2,7%. Bucarest rappresenta solo lo 0,5% delle prenotazioni totali e Varsavia con un incremento del solo 0,7%, nonostante la popolazione della capitale polacca sia simile a quella di Budapest.

Zagabria, con una quota solo dello 0,3%, e Lubiana, con un incremento dello 0,1%. Inoltre, queste due città hanno registrato un brusco calo delle prenotazioni di anno in anno, con tassi in calo rispettivamente del 12,8% e del 17,7%.

Famosa per i mercatini di Natale

Mercatino di Natale di Vörösmarty tér e dintorni

La popolarità di Budapest tra i turisti come destinazione invernale, in particolare durante le festività natalizie, non dovrebbe sorprendere. Lo scorso inverno, un voto pubblico per il miglior mercatino di Natale in Europa, organizzato dalle migliori destinazioni europee, ha visto la “Festa dell’Avvento alla Basilica” a Budapest che ha raccolto il secondo numero più alto di voti.

Quest’anno il mercatino di Natale di Vörösmarty tér è aperto dall’8 novembre, mentre la fiera della Basilica ha aperto i battenti il ​​22 novembre.

Mercatino di Natale della Basilica

Leggi anche il nostro articolo sui mercatini di Natale di Budapest.

Fonte:bbj.hu

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/