In che modo l’inflazione influisce sulla nostra vita quotidiana? Ospite di MNB è András Balatoni

Secondo l’ultimo rapporto sull’inflazione della Magyar Nemzeti Bank, l‘inflazione potrebbe superare il 3,5% quest’anno e il prossimo e potrebbe scendere al 3% nel 2022. Cosa significa in pratica? Che effetto ha sulla nostra vita quotidiana? András Balatoni, con cui parla Anett Durkó, risponde a queste domande in ungherese.

  • nel 2018-2019 il principale motore della crescita del PIL ungherese sono stati i nuovi investimenti (circa l’80%), questo è stato pesantemente colpito dal virus
  • nella prima ondata le aziende hanno mantenuto la loro forza lavoro, perché pensavano che potesse essere temporaneo – ora le aziende hanno iniziato a accontentarsi riducendo il numero di dipendenti
  • la previsione: entro il 2022 potremmo raggiungere lo stesso livello di disoccupazione del 2019
  • l’inflazione è cresciuta in modo significativo durante il Covid-19 perché alcuni servizi hanno sperimentato domanda enorme (es: attività per le vacanze domestiche) – tuttavia, è a breve termine
  • a lungo termine, ci sarà un effetto deflazionistico (minore inflazione) – quindi conosceremo solo in seguito l’inflazione reale, ora in rapido cambiamento

Qui il link (sempre in ungherese) al podcast della MNB “Popovics Talks: In che modo l’inflazione influisce sulla nostra vita quotidiana?” del 15 ottobre 2020.

ARTICOLI RECENTI

Mate Foldi

Laureato in BSc Economics and Politics indirizzo International Study presso l'Università di Exeter. Interessato a perseguire una carriera in analisi e politiche estere, scrive per Econonomia.hu di economia e relazioni internazionali tra Ungheria e Cina.