Analisti da Londra: la crescita dell’Ungheria è sorprendente

La casa di analisi economica e commerciale globale Capital Economics ha dichiarato che una delle maggiori sorprese dell’intera regione è stata la forte crescita dell’economia ungherese dell’anno scorso.

Capital Economics sottolinea inoltre che se la loro stima di crescita del 5% per il 2019 si é dimostra corretta – con il tasso di crescita del PIL ungherese appena al di sotto del record stabilito nel 2018 (grazie ad una crescita del 5,1% nell’economia ungherese).

Sulla base del numero fortemente indebolito delle indagini commerciali lungimiranti, Capital Economics prevede che il PIL ungherese rallenterà al 3,5% nel 2020. Allo stesso tempo, è stato osservato che questo ritmo supera anche il potenziale di crescita e in qualche modo supera le aspettative di consenso, aggiunge azuzlet.hu.

Capital Economics, Azuzlet
fonte: Azuzlet.hu

Secondo gli analisti dell’azienda, un nuovo programma di obbligazioni al dettaglio che offre carte ad alto rendimento aumenterà i risparmi delle famiglie a spese dei consumi. Tuttavia, gli esperti di Capital Economics hanno dubbi sul fatto che il programma avrebbe un tale impatto.

Tuttavia, affermano che ci sono segni che il boom degli investimenti nell’economia ungherese si stia esaurendo quest’anno, ma è improbabile che ciò accada nel prossimo futuro, soprattutto per quanto riguarda gli investimenti nell’industria automobilistica e il calo delle erogazioni dell’UE.

Capital Economics prevede che l’economia tedesca sarà in recessione nei prossimi trimestri, il che potrebbe causare un forte rallentamento delle esportazioni ungheresi. Tuttavia, secondo uno studio pubblicato mercoledì, la domanda interna dovrebbe rimanere relativamente forte nell’economia ungherese, compensando in una certa misura gli effetti della debolezza sull’economia tedesca.

Inoltre, la stretta situazione del mercato del lavoro in Ungheria e la fiducia dei consumatori nei suoi massimi storici continueranno a essere le forze trainanti della spesa per consumi delle famiglie, affermano gli analisti di Londra.

Gli esperti di Capital Economics ritengono inoltre che la base monetaria “incredibilmente mite” della Banca nazionale d’Ungheria (MNB) trascurerà i massimi di sette anni al di sopra del livello obiettivo e non cambierà il suo tasso base dello 0,90% quest’anno.

Inoltre stimano che il fiorino si deprezzerà dagli attuali livelli di circa $ 333 / euro a circa $ 345 / euro entro la fine del 2020.

Fonte: Azuzlet.hu | BBJ.HU

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/