OLTRE 30000 VISITATORI AL DEBRECEN FARMER EXPO 2021

Debrecen Farmer Expo

L’interesse per il Debrecen Farmer Expo di quest’anno è stato straordinario. Il 30° anniversario della fiera internazionale dell’agricoltura e dell’industria alimentare, conclusasi venerdì, è stata visitata da più di trentamila persone. Quest’anno si è tenuta nel campus dell’università Böszörményi.

László Vaszkó, direttore della fiera, ha affermato a MTI che “L’expo ha dimostrato ancora una volta che non esiste un modello di business più prezioso di quello creato da relazioni personali tra professionisti e parti interessate“.

Soddisfatti anche dal punto di vista commerciale la maggior parte delle oltre 330 aziende espositrici dislocate nei 16.000 metri quadri. Molti dei loro macchinari, infatti, hanno trovato proprietario, e la maggior parte dei piccoli produttori ha venduto tutti i loro prodotti.

C’era un interesse particolarmente alto per i programmi professionali, infatti, più di duecento persone hanno partecipato alla conferenza della Camera dell’Agricoltura e dell’Economia. C’erano anche più di cento visitatori ai forum professionali per la gestione dei pascoli e della zootecnia – ha aggiunto László Vaszkó.

Forte interesse verso il know-how e la specializzazione

Secondo László Vaszkó, al Debrecen Farmer Expo di quest’anno è stata posta particolare enfasi sulla conoscenza e sullo sviluppo professionale nel settore.

Il ministro dell’Agricoltura István Nagy ha affermato quindi in fiera che “un’agricoltura di successo può realizzarsi solamente in possesso di conoscenze adeguate”.

In questa linea, è stato concluso un accordo di cooperazione in materia di formazione professionale tra l’organizzazione della contea della Camera nazionale di economia agricola (NAK) e la Facoltà di agricoltura, scienze alimentari e gestione ambientale dell’Università di Debrecen (DE). 

Il primo accordo offre l’opportunità di lavorare insieme in una serie di aree professionali, grazie alla quale la specializzazione di professionisti può iniziare già nel loro periodo di formazione.

Il secondo, invece, facilita l’accesso alla Facoltà di Agraria per gli studenti che hanno frequentato l’Istituto secondario di formazione professionale in agraria.

FONTE: Agroinform.hu
FONTE FOTO: Farmerexpo.hu

ARTICOLI RECENTI

Matteo Visentin