È morta Zsa Zsa Gabor: l’ultima delle dive era ungherese

“Credo che nella vita dovresti sempre prendere alla leggera le cose serie e seriamente quelle leggere. Questo mio modo di fare mi mette spesso nei guai”. Un secolo di storia del cinema e della tv se ne è andato oggi, ad un soffio dai 100 anni, con la morte di Zsa Zsa Gabor, attrice ungherese diventata un’icona del lusso, dello stile e di femminilità. 99 anni di vita, 9 mariti, 60 film. Caso volle che fosse battezzata in omaggio a un’intrattenitrice e prima donna, Sári Fedák (1879-1955). Il suo vero nome era infatti Sarolta, da cui il diminutivo Sari, diventato poi quel nome d’arte così unico, “Zsa Zsa”.

E sempre il caso, forse, ha fatto addirittura superare il secolo alla madre, Jolie Gabor, scomparsa nel 1997, classe 1896.
Nata nel 1917, Zsa Zsa avrebbe compiuto 100 anni il 6 febbraio 2017, invece si è spenta nella sua villa a Bel Air, circondata, ha detto il (nono) marito Frederic von Anhalt, dai familiari e dagli amici. Rimasta semi-paralizzata da un’incidente e un successivo ictus nel 2005, l’attrice viveva in condizioni critiche da quando nel 2011 le era stata amputata una gamba, fino al punto di non poter vivere senza il supporto delle macchine. Da diverso tempo non poteva più parlare. Nel 2015 era morta la sua unica figlia, Francesca, avuta dal secondo marito, Conrad Hilton.
DALL’IMPERO A HOLLYWOOD
Sarolta (Zsazsa) Gábor nacque a Budapest nell’ultimo anno di esistenza dell’impero austro ungarico, dissolto dopo la Prima Guerra Mondiale.
La Gabor rappresenta un tipo particolare di artista dello spettacolo. Se da un lato non è ritenuta una grande attrice e buona parte dei film in cui ha recitato erano “B movies”, dall’altro è riuscita con la sua simpatia e un carisma quasi regale a diventare una vera diva, coniando un nuovo modo di essere famosi sullo schermo. 
Dopo aver studiato in un collegio svizzero, Zsa Zsa fu scoperta da un tenore, Richard Tauber, e fu invitata ad esibirsi in teatro a Vienna. Miss Ungheria nel 1936, l’anno seguente si sposò per la prima volta, con il turco Burhan Asaf Belge, da cui divorziò dopo 4 anni. Nel 1945 si trasferì negli Stati Uniti, per fuggire dai tedeschi e proseguire la carriera da attrice avviata nel ’52 con “Mouline Rouge”. Difficile scindere il suo successo dalla sua vita personale, anche perché tra le sue interpretazioni più apprezzate c’è quella di…se stessa, regina del talk show.
9 SPOSI PER 99 ANNI, FU LA SIG.RA HILTON E LA SIGNORA “BARBIE”
Dei suoi tanti matrimoni, quello più chiacchierato era stato proprio quello con il re degli alberghi, il magnate Hilton: lei stessa ne ammise le motivazioni economiche. Divorziarono nel ’49 e quasi subito dopo si unì a colui che riteneva il suo vero amore, l’attore George Sanders, che tuttavia, dopo il loro divorzio, convolò a nozze con la sorella di Zsa Zsa, Magda. 4 anni durò il matrimonio con Herbert Hutner, poco più di uno quello con Joshua S. Cosden, due il connubio con Jack Ryan, l’inventore della bambola Barbie. E se più lunga fu l’unione con Michael O’Hara (7 anni), quella con Felipe de Alba, nell’83, si risolse con un annullamento. Nel 1986, tuttavia, trova la stabilità con l’imprenditore tedesco-americano Frédéric Prinz von Anhalt, al suo fianco fino alla fine. La longevità del rapporto non l’ha reso meno discusso. Von Anhalt è un personaggio come pochi altri, che ha pagato per essere adottato da una principessa ed acquisire il titolo e tuttora mantiene un sito web e una pagina facebook dedicati alla sua figura e all’unione con Zsa Zsa.
“Non ricordo il nome di nessuno. Come pensi che sia iniziata al cosa del “dahling?”: UNA VITA IN AFORISMI
Oltre ai suoi film, immortali sono anche le sue tante dichiarazioni sulla vita, sull’amore e sull’essere donna, diventate veri aneddoti. Con non poca autoironia sui suoi tanti matrimoni, disse ad esempio che “Una ragazza deve sposarsi per amore e continuare a sposarsi finché non lo trova”, o l’altrettanto famosa “Mio marito mi ha detto me o il gatto. A volte mi manca”. 
Le sue doti di attrice sono state spesso messe in discussione, ma Zsa Zsa ha fatto ridere e innamorare generazioni di spettatori. Se questo non è successo…  

Claudia Leporatti

Redazione Economia.hu

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/