Electrolux: termina la produzione di congelatori a Jászberény

La ditta Electrolux Lehel Kft ha comunicato di voler terminare la produzione dei freezer nello stabilimento di Jászberény, in Ungheria centrale (circa 80 km a Est di Budapest).

La decisione, presa a settembre 2019, é collegata alla trasformazione del business dell’azienda. Nel futuro, la produzione dei congelatori verrà esternalizzata e la società ungherese si concentrerà nella produzione dei prodotti di fascia alta.

Abbiamo giá raccontato ai nostri lettori la ricca e lunga storia dell’azienda in Ungheria, che comincia ben prima del 1997, quando la Elecrolux-Zanussi ha spostato la produzione di frigoriferi dalla Danimarca a Jaszberény. Si collega infatti alla storia della Lehel, la maggiore azienda ungherese di elettrodomestici, di proprietà statale durante il socialismo.

Nel 2005 Elecrolux si era espansa in Ungheria acquistando per 85 milioni di euro lo stabilimento di frigoriferi a Nyíregyháza, facendo dell’Ungheria il maggior produttore di frigoriferi Electrolux d’Europa. E Nello stesso anno dichiara che l’Ungheria è il maggior centro di produzione dell’azienda, dove poi é stata spostata anche la produzione dei frigoriferi dall’Italia.

E nel 2019 aveva giá annunciato i licenziamenti nello stabilimento di Jászberény che si occupa della produzione di aspirapolvere e congelatori e allo stesso tempo ha annunciato che investirà 100 milioni di euro in automazione presso la sua base a Nyíregyháza. Il Ministero delle finanze aveva annunciato che sta seguendo da vicino la situazione del personale di #Electrolux a Jászberény.

L'unità ungherese della svedese Electrolux, ha annunciato licenziamenti nello stabilimento di Jászberény che si occupa…

Posted by ECONOMIA.HU on Wednesday, September 11, 2019

Lo stabilimento di produzione dei freezer attivo dal 1997 secondo il piano originale é rimasto in funzione fino al 9 aprile 2020.

La maggior parte dei 113 dipendenti ora lavora in un altro reparto della fabbrica, ma 82 persone hanno concluso il loro percorso lavorativo in azienda con l’indennità di licenziamento.

Nello stabilimento di Jászberény la produzione dei frigoriferi inclusi i modelli ad incasso, continuerà.

Nello stabilimento di Jászberény vengono prodotti anche il congelatore indipendente e i frigoriferi da incasso, prodotti che, secondo alcune fonti, non sono stati interessati dall’attuale chiusura dell’impianto.

Mentre la produzione degli aspirapolvere andrà avanti solo fino ad agosto 2020 e poi anche l’esternalizzazione di questa linea produttiva si concluderà il 31 gennaio 2021.

La chiusura dello stabilimento ai tempi del covid19

Secondo l’azienda, la riorganizzazione annunciata a Jászberény nel settembre 2019 non è stata influenzata dalla situazione epidemiologica

La riorganizzazione avverrà sulla base di una convenzione sociale precedentemente stipulata, assicurando il pieno supporto per il pagamento del pacchetto di compensi fissi e l’inserimento dei dipendenti interessati. 

L’annuncio afferma che Electrolux darà la priorità alla situazione causata dall’epidemia di coronavirus COVID-19. In tutti i Paesi in cui Electrolux è presente, ha introdotto misure preventive e rigide linee guida per prevenire la diffusione del coronavirus, in linea con la raccomandazione dell’OMS.

Tuttavia, a causa dell’emergenza, le consultazioni individuali per la ricerca di lavoro sono attualmente disponibili online e per telefono, ma vengono comunque fornite ai dipendenti interessati, per tre mesi dopo la cessazione del rapporto di lavoro.

Electrolux vende ogni anno oltre 60 milioni di apparecchi domestici e professionali in oltre 150 paesi in tutto il mondo. Il Gruppo Electrolux ha registrato un fatturato di 12,4 miliardi di euro nel 2018 e 54.000 dipendenti. (MTI)

Per chi non conoscesse la cittadina di Jászberény, qui un video del canale Visit Jászberény che ne percorre le strade ed attrazioni.


Fonte: 444.HU | Hellovidek.hu |

ALTRI ARTICOLI SULL’AZIENDA

ARTICOLI RECENTI

Katalin Nagy

Assistente presso ITL Group.