Il numero delle principali compagnie esportatrici ungheresi aumenta di altre 8 società

Il numero di aziende che aderiscono al Programma di partnership prioritario per gli esportatori (KEPP) è stato ampliato con altre otto aziende, ha affermato István Joó, vice segretario di Stato per l’aumento delle esportazioni presso il Ministero degli affari esteri e del commercio, durante una cerimonia tenutasi martedì a Budapest per firmare un’accordo di cooperazione. 

Ha poi aggiunto:

Il programma è stato lanciato nel 2019, in cui è stato raggiunto un accordo di partnership con società di proprietà ungherese con significative attività di esportazione al fine di ottenere una cooperazione più stretta. Queste aziende hanno anche buone possibilità di evolversi in multinazionali internazionali

Il commissario governativo responsabile dell’organizzazione del Planet Budapest 2021 Sustainability Expo and World Meeting ha sottolineato che le aziende provengono da settori economicamente importanti, come l’edilizia, l’alimentazione, l’elettricità e l’informatica. Per il 35% di queste società, 140 miliardi di vendite combinate lo scorso anno provenivano dalle esportazioni, impiegando più di 4.000 persone e senza licenziare nessuno durante l’epidemia.

L’Ungheria vuole e sarà uno dei vincitori dell’epidemia, ci stanno lavorando, ha detto. Ha aggiunto che le misure di protezione economica adottate nel 2020 hanno rappresentato il 30% del PIL e che il Ministero ha anche preso parte al salvataggio di imprese e famiglie. Mai così tanti investimenti sono stati sostenuti come nel 2020: lo scorso anno, quasi 1.500 investimenti hanno creato un valore di investimento di 5,5 miliardi di dollari, proteggendo oltre 270.000 posti di lavoro dal governo e creando quasi 13.000 nuovi posti di lavoro. Il governo ha fornito 474 miliardi di HUF a sostegno di tutto questo, ha affermato.

Sono stati avviati, inoltre, programmi di investimento di capitale per le aziende che desiderano avviare nuove attività all’estero oltre alle capacità domestiche: nel 2019, l’Agenzia ungherese per lo sviluppo delle esportazioni (HEPA) ha lanciato un programma di investimenti nei Balcani occidentali. In questo, 7 progetti di 7 aziende sono stati sostenuti con 7 miliardi di HUF, il che significa 15 miliardi di HUF di sviluppo in Serbia.

Il National Export Protection Program lanciato lo scorso anno sostiene l’investimento di 140 miliardi di fiorini di 48 aziende ungheresi con 71 miliardi di fiorini. Di conseguenza, si stanno verificando sviluppi in 19 paesi in 5 continenti. Il governo sta aiutando lo sviluppo delle aziende con una moltitudine di nuovi programmi, i risultati non hanno fatto un passo indietro: nel 2020, il valore delle esportazioni ungheresi è stato di oltre 100 miliardi di HUF, i record di investimento sono stati battuti.

FONTE: novekedes.hu | FOTO: hungarytoday.hu

ARTICOLI RECENTI

Gianluca Bruno