Ferrovie ungheresi vincono caso per danni fanghi rossi

Le ferrovie di stato ungheresi (MÁV) hanno vinto il caso per la richiesta di danni alla MAL, in connessione al disastro dei fanghi rossi del 4 ottobre 2010. Il risarcimento riguarda il chilometro e mezzo di binari

distrutti dalla fuoriuscita di fango dal deposito di scarto di produzione di alluminio della fabbrica, sita in località Ajka. La richiesta danni da parte della statale MÁV era di 380,8 milioni di fiorini, mentre la corte ne ha assegnati 369,6 milioni, che il produttore di alluminio MAL dovrà corrispondere entro 15 giorni, insieme ai costi del processo, pari a 12,6 milioni di fiorini.

Con 10 vittime e 150 feriti, l’ondata di fango tossico rappresenta tuttora il più grande disastro ambientale nella storia d’Ungheria e costrinse all’evacuazione i centri di Devecsér e Kolontár, oltre a devastare flora e fauna locali. 

Claudia Leporatti 

Redazione Economia.hu

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/