La fiducia dei consumatori cresce anche nel mese di giugno

L’indicatore analizzato da GKI sulla fiducia dei consumatori e delle imprese è salito a -20,5 punti a giugno da -28,1 punti a maggio, secondo quanto riferito dall’istituto di ricerca economica lunedì.

Fonte: GKI, 22 giugno 2020

GKI in precedenza ha affermato che l’indice di fiducia dei consumatori è salito a -32,8 punti a giugno da -38,5 punti a maggio, quando i timori di disoccupazione delle famiglie sono diminuiti. Le persone sono diventate meno pessimiste riguardo alle loro situazioni finanziarie e le loro prospettive per l’economia ungherese, sebbene ancora pessimistiche, siano migliorate.

Lunedì, l’istituto ha dichiarato che il suo indice di fiducia delle imprese è migliorato a -16,2 punti a giugno da -24,5 punti a maggio.

Fonte:

Il pessimismo continua ad essere il sentimento prevalente nel settore industriale. Le aziende erano più ottimiste per quanto riguarda la produzione futura, ma erano più cupe riguardo alle ordinazioni di magazzino.

  • Nel settore delle costruzioni, il sentimento ha continuato a migliorare dopo un forte calo ad aprile.
  • Nel settore del commercio al dettaglio, la valutazione della posizione di vendita è peggiorata ulteriormente, ma l’atteso sviluppo di nuovi ordini è stato ritenuto migliore rispetto ad aprile.
  • Riguardo al settore dei servizi, le opinioni delle aziende sulle prestazioni passate e future sono migliorate e la fiducia delle imprese è stata la più alta in questa sottocategoria a giugno.

Fonte: Budapest Business Journal | GKI

ARTICOLI RECENTI:

Avatar