Sancito il gemellaggio tra l’aeroporto di Budapest e l’aeroporto internazionale di Shanghai Pudong

Firmato un accordo tra l’aeroporto di Budapest e lo scalo internazionale di Shanghai Pudong. Il gemellaggio é stato sancito mercoledì 26 Maggio, durante la quarta edizione del ‘Chinese-Hungarian Logistic and E-commerce forum’ (il forum sino-ungherese sulla logistica e l’e-commerce) organizzato congiuntamente dal Consolato Generale d’Ungheria a Shanghai e dall’Aeroporto di Budapest e tenutosi nella capitale ungherese in videoconferenza.

Ciò ha sancito l’avvio di un servizio merci diretto tra la capitale ungherese e la città di Ningbo, importante porto e centro industriale nella provincia di Zhejiang, nella Cina orientale.

La ‘Via della seta aerea’

Secondo quanto riferito da portfolio.hu, dopo la costituzione della cosiddetta ‘via della seta aerea’, annunciata ad Aprile, le due parti sono giunte ad un ulteriore accordo che porta al gemellaggio fra l’aeroporto internazionale di Shanghai Pudong e l’aeroporto di Budapest.

L’aeroporto internazionale di Shanghai Pudong è uno dei più importanti aeroporti per traffico passeggeri e merci a livello mondiale, avendo movimentato circa 76 milioni di passeggeri e 3,6 tonnellate di merci solo nel 2019, quest’ultimo dato lo rende il terzo aeroporto cargo più grande al mondo.

Lo scopo di questo accordo di gemellaggio è quello di avviare nuovi servizi per passeggeri e merci tra i due aeroporti, come consentito dal contesto normativo.

I due aeroporti non sono nuovi a questi tipi di collaborazioni: il volo diretto Shanghai-Budapest avviato nel 2019, infatti, ha trasportato un numero considerevole di passeggeri e merci tra la capitale ungherese e la metropoli cinese, nonché tra l’intera Cina e l’Europa centrale e dell’est.

L’evento di mercoledì è stato anche il luogo di un altro importante annuncio riguardante il servizio aereo: l’Eastern Air Logistics, una sussidiaria della China Eastern Airlines, ha annunciato che opererà un volo cargo diretto tra Ningbo-Budapest-Ningbo a partire dalla fine di questo mese, prevedendo il trasporto di 30 tonnellate di merci per tratta.

FONTE: portfolio.hu | FONTE FOTO: portfolio.hu

ARTICOLI RECENTI

Gianluca Bruno