Grande sviluppo ferroviario tra Austria e Ungheria

L’Ungheria e l’Austria stanno vagliando le possibilità di potenziare ed accrescere la rete ferroviaria tra i due Paesi attingendo i fondi necessari dal “Pacchetto Junker”. Il piano di sviluppo comporta un investimento da 162 milioni di euro.

 

La somma potrebbe essere ricavata dai 315 miliardi di euro stanziati dal Presidente della Commissione Europea, ma in caso contrario saranno trovate altre fonti di finanziamento, sostiene il segretario di stato in carica per la diplomazia economica Levente Magyar.

Durante l’incontro sui trasporti tra Ungheria ed Austria il governatore del Burgenland Hans Niessl ha dichiarato che la ferrovia tra Oberwart e Szombathely potrebbe costare circa 130 milioni di euro, di cui l’Austria dovrebbe coprirne 89 e l’Ungheria 30. L’intervento sulla tratta Sopron-Ebenfurth dovrebbe invece comportare una spesa da 43 milioni di euro, con un impegno da 33 milioni per l’Austria e da 10 per l’Ungheria. Secondo Niessl l’Austria potrebbe ottenere circa il 40% da fondi europei, mentre l’Ungheria potrebbe puntare all’80%. Dalle opere connesse si aspetta la creazione di circa 2200 posti di lavoro nelle aree di confine.

Redazione Economia.hu

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/