Grandi aziende in crescita: il 14% sta espandendo l’organico

Il prossimo anno, più del 10 per cento delle grandi aziende prevede di aumentare il numero di dipendenti, e quasi due terzi stanno pensando di espandere il numero di dipendenti di più del 10 per cento, secondo un sondaggio di K&H.

Secondo i risultati dell’indice di crescita delle grandi imprese di K&H nel secondo trimestre di quest’anno, il 14% delle aziende prevede di assumere nuovi dipendenti. Questo tasso è leggermente inferiore a quello del trimestre precedente, quando la cifra era del 22%, ma quasi due terzi di coloro che cercano di espandersi vorrebbero aumentare il loro personale di almeno il 10%. Complessivamente, questo dovrebbe significare l’impiego dell’1,2 per cento di persone in più nel settore aziendale.

Secondo i dati del CSO, il tasso di disoccupazione era del 4% in agosto, questa cifra è ancora superiore al minimo pre-epidemico del 2,9% nel dicembre 2019.
Tuttavia il dato indica come il mercato del lavoro si sta restringendo ma ciò pone delle sfide alle aziende nel trovare buovi dipendenti.

Anche la percentuale di dipendenti all’estero sta crescendo e si sta già avvicinando ai livelli pre-epidemici. Questo potrebbe complicare ulteriormente la situazione delle aziende ungheresi.

“L’apertura delle frontiere renderà di nuovo più facile lavorare in altri paesi. In questo modo, le aziende nazionali saranno di nuovo concorrenti delle aziende che operano all’estero”.


Patrick Van Overloop, capo della divisione K&H Business Customers

Oltre al basso numero di disoccupati in Ungheria, la quota degli occupati nella popolazione totale è in aumento, con 4.647.000 persone che lavorano a luglio. Questo potrebbe causare ulteriori difficoltà per le aziende che progettano di espandersi, dato che ci sono meno risorse nel mercato del lavoro.

Fonte: profitline.hu | Hungarian Central Statistic Office

ARTICOLI RECENTI

Rita Virgillito