Green Pass Covid UE in Ungheria: Tutto quello che c’è da sapere per tornare a viaggiare liberamente

Riportiamo di seguito il comunicato dell’Ambasciata d’Italia a Budapest:

Dal 1 luglio entra in vigore in Ungheria il certificato di vaccinazione UE, che consente di tornare a viaggiare liberamente tra gli Stati Membri dell’Unione Europea. Il certificato bilingue (inglese-ungherese) viene rilasciato gratuitamente, in formato cartaceo o digitale.


Il certificato elettronico può essere scaricato anche tramite l’applicazione mobile, operativa in Ungheria dall’inizio di maggio. Il nome dell’applicazione mobile è: EESZT Lakossági (App Store) o Applicazione EESZT (Google Play Store). L’applicazione può essere utilizzata solo dopo aver attivato il cosiddetto ügyfélkapu, l’identità digitale per l’accesso ai servizi della Pubblica amministrazione (https://magyarorszag.hu/szuf_fooldal#fooldal).

E’ dunque importante richiedere l’ügyfélkapu presso uno sportello governativo (Kormányablak). Non dimenticate di portare con voi il passaporto e la documentazione di residenza.

Le app per l’ottenimento del Green Pass COVID UE sono in fase di aggiornamento. Si forniranno ulteriori informazioni al riguardo non appena possibile.

Per il momento è possibile stampare il certificato se si dispone di credenziali di accesso all’ügyfélkapu seguendo la procedura di seguito indicata:
– visitare il sito https://www.eeszt.gov.hu/oldalvalaszto_tovabb.jsp;
– cliccare sul banner Uniós digitális Covid-igazolványLakossági portálon keresztül (in alto a sinistra);
– cliccare su START;
– cliccare su oltási igazolvány per scaricare il green pass vaccinale;

– cliccare su teszt igazolvány per scaricare il green pass di breve durata ottenibili a seguito di Covid-test;

– cliccare su gyógyultsági igazolvány per scaricare il green pass a seguito di guarigione dal Covid.
– cliccare su igazolvány letöltése per avviare il download del certificato munito di QR code.

Il certificato può essere richiesto altresì presso gli sportelli governativi e i medici di famiglia.


Fonte: https://www.eeszt.gov.hu/oldalvalaszto_tovabb.jsp

Certificazione verde per l’ingresso in Italia

Con un’altra nota, l’ambasciata chiarisce inoltre le modalità d’ingresso in Italia:

Per i cittadini che hanno transitato o soggiornato nei 14 giorni antecedenti l’ingresso in Italia in uno dei Paesi di lista C (tra cui l’Ungheria) è obbligatoria l’esibizione di una certificazione verde COVID-19 che attesti

(1) il completamento del ciclo vaccinale da almeno 14 giorni, o

(2) l’avvenuta guarigione dalla patologia di COVID-19, o

(3) l’esito negativo di tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore precedenti l’arrivo in Italia.

E’ importante ricordare che le certificazioni riconosciute in Italia sono quelle attestanti l’avvenuta vaccinazione con i seguenti vaccini approvati dall’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) e l’Agenzia Italiana per il Farmaco (AIFA):

1. Comirnaty di Pfizer-BioNtech;

2. Moderna;

3. Vaxzevria di AstraZeneca;

4. Janssen (Johnson & Johnson).

La validità di tali certificazioni dichiaranti la compiuta vaccinazione è di 9 mesi dal completamento della stessa.

Ci teniamo a consigliare, in ogni caso, di visitare il sito di Viaggiare Sicuri
(https://infocovid.viaggiaresicuri.it/) per ottenere, tramite un intuitivo questionario, tutte le informazioni necessarie prima di programmare un viaggio.

FONTI: ambbudapest.esteri.itviaggiaresicuri.it

ARTICOLI RECENTI

Gianluca Bruno