I suggerimenti dell’Ambasciata d’Italia per i connazionali in viaggio verso l’Ungheria

In vista delle imminenti vacanze estive, l’Ambasciata d’Italia a Budapest invita i connazionali che si recheranno in Ungheria

ad adottare determinati accorgimenti consultabili in un vademecum creato ad hoc che ripubblichiamo completo di link al PDF scaricabile.

 

Vademecum per turisti

1) DOCUMENTI: prima di mettersi in viaggio, controllare la scadenza dei propri documenti (carta

d’identita’ o passaporto, patente di guida, tessera sanitaria europea) e rinnovare

quelli che hanno una scadenza troppo ravvicinata (ad esempio, meno di 3 mesi)

2) SANITA’: oltre a munirsi della tessera sanitaria europea, che garantisce la gratuita’ delle

prestazioni di pronto soccorso in caso di necessita’, puo’ essere utile stipulare

un’assicurazione sul viaggio, per poter usufruire di assistenza e rimborsi in caso di

infortuni

3) PROTEGGERSI DAI FURTI: durante il viaggio e durante le visite turistiche, e’ consigliabile custodire

separatamente i documenti e i valori; una soluzione pratica puo’ essere quella di

munirsi di un portadocumenti da tenere appeso al collo, sotto gli abiti, in cui riporre i

documenti e la maggior parte del denaro contante; nel portafogli, invece, e’

consigliabile tenere solo la quantita’ di contante che si prevede di spendere durante

la giornata

4) BAGAGLI:  per chi viaggia in aereo, e’ raccomandabile osservare scrupolosamente le norme

stabilite dalle compagnie aeree (in particolare da quelle low cost) sul peso e le

dimensioni del bagaglio

5) TRUFFE: evitare di accettare inviti da parte di sconosciuti che offrono compagnia per recarsi

in locali di divertimento oppure che invitano ad andare a bere qualcosa al bar o

addirittura offrono da bere in luoghi pubblici: si tratta in genere di truffe che mirano a

derubare il turista

6) TAXI: nell’utilizzo dei taxi a Budapest, e’ preferibile servirsi delle compagnie registrate,

prenotando telefonicamente il servizio; i taxi privati, che sostano in prossimita’

dell’aeroporto, delle stazioni ferroviarie, e nelle zone piu’ frequentate del centro citta’

sono stati spesso segnalati per truffe sul prezzo, specialmente nel caso di pagamento

in contanti

7) EFFETTI PERSONALI: durante le visite a terme, piscine, musei o altri luoghi dove e’ necessario depositare

gli effetti personali, e’ consigliabile portare con se’ solo la quantita’ di contante

strettamente indispensabile; nel caso in cui si renda necessario avere con se’ anche

valori e documenti, e’ preferibile depositarli presso le cassette di sicurezza presenti in

molte strutture; armadietti, cabine e guardaroba non possono essere considerati un

deposito sicuro, in particolar modo quando la direzione della struttura visitata

avverte di non assumersi la responsabilita’ per eventuali ammanchi.

Fonte: Ambasciata d’Italia in Ungheria

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/