Inflazione in Ungheria: MNB alza i tassi di interesse del 15%

La Magyar Nemzeti Bank (MNB), Banca Nazionale Ungherese, ha alzato i tassi di interesse. Lo ha reso noto con un comunicato stampa del 21 settembre pubblicato sul sito.

Il tasso base e tutti i tassi di interesse di riferimento, sono stati alzati in misura minore del previsto, di soli 15 punti base (0,15 punti percentuali) arrivando all’1,65 per cento. La decisione é motivata dal voler contenere le spinte inflative durante la ripresa dell’economia dopo la pandemia di coronavirus. 

Questa è la quarta volta che MNB decide di rialzare i tassi, dall’inizio del ciclo di inasprimento, la Magyar Nemzeti Bank (MNB) Banca nazionale unghere ha compiuto un aumento dei tassi di 30 punti base.

Secondo Barnabás Virág, gli aumenti mensili rimarranno. Atteso a dicembre, il prossimo Inflation Report.

Comunicato stampa sulla riunione del Consiglio Monetario del 21 settembre 2021

Oltre all’aumento dei tassi d’interesse, il Consiglio monetario ha annunciato altre due importanti misure sulla scia del ciclo di inasprimento.

Una è quella di continuare la graduale eliminazione del programma di acquisto di titoli di stato. L’altra è quella di eliminare gradualmente la struttura di swap in valuta che fornisce liquidità in fiorini e ridurre la liquidità in fiorini fornita attraverso la struttura.


Previsioni sull’inflazione in Ungheria nel 2022

Secondo le previsioni del rapporto di inflazione, l’inflazione comincerà a diminuire a partire dall’inizio del 2022 e tornerà alla banda di tolleranza della banca centrale, cioè il 4 per cento, nel secondo trimestre, la Magyar Nemzeti Bank (MNB) segni nel suo annuncio in aumento tasso di base .

L’indice dei prezzi al consumo dovrebbe stabilizzarsi intorno all’obiettivo della banca centrale del 3% nella seconda metà del 2022, con un’inflazione del 3% “considerata disponibile” “nei mesi autunnali”, ha spiegato il vicepresidente Barnabás Virág nella sua dichiarazione.

L’inflazione dovrebbe aumentare ulteriormente per il resto del 2022, sopra il 5%. Un balzo è previsto a novembre, quando l’inflazione dovrebbe essere del 5,5-6 per cento. L’inflazione di fondo, che cattura meglio gli sviluppi durevoli, aumenterà fino a sfiorare il 4% per il resto dell’anno.

Barnabás Virág ha sottolineato che il ciclo di rialzi dei tassi di interesse continuerà, su base mensile, fino a quando le prospettive di inflazione non si stabilizzeranno sull’obiettivo del 3%.

Fonti: mnb.hu
hvg.hu

ARTICOLI RECENTI

Rita Virgillito