Intervista: investire in immobili a Budapest

Quali sono gli investimenti immobiliari più redditizi in Ungheria? Il mercato continuerà a crescere? In quali zone è meglio investire? Ne abbiamo parlato con gli esperti di ITL Real Estate.

Come stanno andando i prezzi degli immobili in Ungheria?
I prezzi continuano a mostrare un incremento, dopo i balzi a due cifre che hanno caratterizzato gli ultimi 18 mesi. La crescita a una cifra si mantiene stabile sulla media nazionale.
A cosa si deve questo aumento?
Fino a due-tre anni fa l’eccesso di offerta portava la domanda in basso, ma in seguito agli incentivi il mercato ha subito una forte spinta. Nessuno si aspettava una simile crescita. 
Meglio dunque, in questa fase investire per affittare piuttosto che per rivendere.
Cosa è possibile prevedere per il 2017?
Sul mercato locale residenziale inizieranno ad essere consegnati nuovi appartamenti nel XIII e nel IX distretto di Budapest costruiti nell’ultimo periodo. Inotre alla fiera LAKAS 2016 di ottobre (la principale del settore) è stato presentato uno stock di circa 1500 appartamenti in consegna entro fine 2018, il cui prezzo medio si aggira intorno ai 500mila fiorini: il prezzo medio della prima casa per un ungherese sarò intorno a questo valore. Parlo di zone residenziali considerate di alto livello per il mercato locale. Nel 2017 ci si può aspettare che i prezzi nei quartieri dove investono di più gli stranieri (VII, VI, V, IX e parte dell’VIII) subiscano un incremento, ma non un’impennata. Sembra dunque profilarsi un ambiente adatto per investimenti a lungo termine, consono per acquisti a fine d’investimento. Gli investimenti che mi aspetto nel medio termine sono nell’affitto, graditi anche agli istituti finanziari. Mi riferisco a investimenti di un certo volume. 

E per quanto riguarda i piccoli investimenti, quelli dei privati per intenderci?
Chi investe deve essere consapevole che per puntare a un rendimento a doppia cifra dovrà impegnarsi nella valutazione di due cose: quella del suo investimento e soprattutto quella del suo tempo. Si può anche mirare a rendimenti vicini al 5% dando in gestione a società specializzate. 
Quali tipi di immobili vendono di più?
Gli investitori italiani sono generalmente interessati negli appartamenti. Altri investimenti che interessano solo i box auto. Il problema è che non ce ne sono abbastanza per la domanda. Sono abbastanza rari da trovare nei distretti centrali, per cui se si a questo tipo di investimento occorre farlo subito. La redditività in questo caso può arrivare al 6-8% in media (al lordo da imposte).
Quali fette del mercato offrono ancora buone possibilità di sviluppo?
A mia opinione ci sono dei buchi di mercato non sfruttati sulle residenze per studenti. Un’operazione economica strutturata, e quindi di ampio respiro, potrebbe trovare in questo mercato un ottimo sbocco, dato il continuo ricambio. 
Può tratteggiare un quadro generale dei prezzi per l’acquisto di appartamenti a Budapest?
Nel V distretto nelle zone Váci utca vicino a Basilica e Parlamento si raggiunge anche il milione di fiorini per metro quadrato abitabile (valore medio). Sugli immobili da ristrutturare si arriva a punte di 750mila fiorini  per metro quadrato (valore medio). Questo fa sì che in zone meno prestigiose il volume è andato verso l’alto e più è meta ambita per gli studenti e gli stranieri maggiore il prezzo che la gente è disposto a pagare. Per immobili inferiori ai 90 mq possiamo indicare sul nuovo 500mila fiorini metro quadrato, da ristrutturare tra i 450-550mila fiorini metro quadrato.

Foto di Andrea Piacquadio

Claudia Leporatti
Redazione Economia.hu

 

 

 

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/