Intervista: Cos’é l’EKAER e come funziona il trasporto merci in Ungheria dal 2015

Trasportate merci in Ungheria? Ci siamo rivolti a ITL Group per capire meglio come funziona l’EKAER, il sistema di monitoraggio delle merci trasportate, e quando è necessario dotarsi di tale numero e presentare la dichiarazione.

Leggi l’articolo aggiornato

Come funziona il trasporto merci in Ungheria nel 2020?

Articolo aggiornato settembre 2020

2017. L’authority ungherese (NAV) sta preparando per il 2017 una nuova misura contro l’evasione fiscale che collegherà l’intera fatturazione delle aziende con l’EKÁER,il sistema di fatturazione della NAV. Ne abbiamo parlato con Sheila Moriconi di ITL Consulting, divisione dello studio professionale ITL Group di Budapest.

2015. E’ notizia di questi giorni l’estensione del periodo di prova dell’EKAER al 1º marzo 2015: da dopo il primo marzo saranno in vigore le sanzioni, che possono arrivare al 40% del valore delle merci trasportate. Fino ad allora saranno comunque effettuati i controlli, per mettere alla prova il funzionamento del sistema.

La notizia è molto importante per le aziende di trasporti, di logistica o le cui attività implicano il trasporto di merce verso l’Ungheria da altri Paesi membri dell’Unione Europea: dal 1º gennaio 2015 in Ungheria vige l’obbligo di comunicazione per alcune attività che comportano trasporto stradale, introdotto come parte della legge finanziaria 2015 votata il 18 novembre 2014.

Cosa significa EKAER?

EKAER significa “Sistema di Controllo del Trasporto delle Merci in via Telematica”, che in ungherese si dice “Elektronikus Közúti Árumozgásokat Ellenörzö Rendszer” ed è il sistema che permetterà all’Agenzia delle Entrate di tracciare tutti i trasporti stradali effettuati in Ungheria con mezzi di trasporto soggetti a pedaggio stradale.

L’impressione è che si tratti di una regolamentazione piuttosto complessa, è giusto? Cosa consigliate ai vostri clienti per evitare le sanzioni?

Il sistema comprende molti dettagli ed eccezioni che sono importanti da studiare. Essendo “immaturo”, nel senso che è appena entrato in vigore e solo in fase di “test”, senza sanzioni, solleva in modo inevitabile molti interrogativi. Ai nostri clienti come ai lettori di Economia.hu suggeriamo di scriverci ( info@itlgroup.hu): daremo risposta direttamente quando possibile o provvederemo a inoltrare le richieste all’Agenzia delle Entrate.

Quali mezzi pagano il pedaggio stradale in Ungheria?

Tutti i mezzi con portata massima superiore a 3,5 tonnellate.
Quali sono le transazioni interessate?
a) acquisto infracomunitario di merci o importazione di altro motivo dalla CE (3,5 t)
b) vendita infracomunitaria di merci o esportazione di altro motivo dalla CE (3,5 t)
c) prima vendita nazionale al soggetto di utente non finale (3,5 t)
d) Alimenti di alto rischio – sopra i 200 kg o 250mila HUF
e) Merci di alto rischio – sopra i 500 kg o 1 milione di HUF

Chi è soggetto alla dichiarazione?

a) Nel caso di acquisto infracomunitario o importazione di altro motivo dalla CE: il destinatario o il consegnatario (è da richiedere entro l’inizio del trasporto!)
b) Nel caso di vendita intracomunitaria o export di altro motivo alla CE: il mittente, il caricatore (si chiede entro l’inizio del caricamento!) Dunque sempre la parte ungherese.
c) Nel caso della prima vendita nazionale al soggetto di utente non finale (si chiede entro l’inizio della carica della merce. NB: Si dichiara anche la data della consegna entro il giorno lavorativo che segue il giorno della consegna effettiva!): il mittente, colui che carica la merce;
d) Nel caso di trasporto di alimenti di altro rischio sopra il peso di 200kg o il valore di 250.000 Huf: il mittente, colui che carica la merce
e) Nel caso di trasporto di altri merci di alto rischio sopra il peso di 500 kg o sopra il valore di 1.000.000 Huf
f)  Il mittente, colui che carica la merce

Quali sono le esenzioni?

Di nuovo, rispondo con un elenco:
1. il trasporto delle merci che non sono sulla lista delle merci di alto rischio e il cui  peso è inferiore a 2.500kg o il loro valore è inferiore a 2.000.000 Ft per trasporto;
2. il trasporto di alimentari di alto rischio se il peso è inferiore a 200 kg o il valore è inferiore a 250.000 Ft per trasporto,
3. il trasporto di altri merci di alto rischio se il peso è inferiore a 500 kg o il valore è inferiore a 1.000.000 Ft
4. trasporto delle merci soggetti all’accisa
5. trasporto di merci proprie tra sedi secondarie proprie.

Si parla anche di garanzia obbligatoria, come si presenta e per quali tipi di merce è necessaria?

Per esempio, che dal 1 marzo 2015 sarà obbligatoria l’erogazione della garanzia nel caso di trasporto stradale delle merci di alto rischio.
Questo riguarda i contribuenti che realizzano acquisto infracomunitario e quelli che realizzano la prima vendita nazionale soggetta ad IVA.

L’importo della garanzia deve raggiungere sempre il 15% del fatturato interessato per EKAER del periodo precedente. Se il contribuente deve dare garanzie a più titolo l’importo più alto sarà indicativo. Importante tuttavia notare che nel caso in cui alla richiesta del numero EKAER la garanzia non fosse sufficiente il sistema non erogherà il numero EKAER!

La garanzia può essere data come deposito bancario o garanzia bancaria. NON devono dare garanzia: i contribuenti qualificati (quelli che entro il 31 dicembre hanno richiesto l’inserimento in tale lista) e il contribuente che da due anni non ha debiti verso l’Agenzia delle Entrate e la cui partita IVA non è sospesa.

Per ulteriori informazioni rivolgersi all’indirizzo info@itlgroup.hu

ITL Group - Contatta ITL Consulting
ITL Group – Contatta ITL Consulting a info@itgroup.hu

ARTICOLI SU EKAER IN UNGHERIA

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/