Investimenti in crescita in Ungheria

Il primo trimestre del 2018 conferma l’andamento positivo del 2017, con un +17% su base annua nel volume degli investimenti. I dati del KSH pubblicati oggi mostrano un incremento del 26% degli investimenti nel settore costruzioni e una crescita del 10% per quanto riguarda il comparto macchinari e attrezzature. Forte la spinta apportata dall’immobiliare, salito del 45%  Salito difatti del 9,4% il volume degli investimenti nel ramo trasporti e stoccaggio.

Tra questi Stadler, che sta raddoppiando la capacità dell’impianto di rotaie di Szolnok, con un investimento da 32 milioni di euro ed Euronics, che ha aperto un impianto di immagazzinaggio da 900mila euro a Zalaegerszeg.  Si investe anche nell’hardware: è questo il caso dell’americana National Instruments che, a Debrecen, ha inaugurato i lavori per il nuovo impianto da 18 milioni di euro (fonte: ICE Budapest). In aumento anche il commercio all’ingrosso e le riparazioni veicoli (+9,4%). Tasso superiore alla media per la crescita degli investimenti finanziati con fondi pubblici, cresciuti in primo luogo grazie all’assorbimento dei fondi UE. In crescita anche gli investimenti in informazione e comunicazione, che mettono a segno un +21%. Secondo le stime del KSH l’incremento annuo degli investimenti potrebbe piazzarsi intorno al 12-14%.

Claudia Leporatti

Redazione Economia.hu

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/