L’Ungheria e i “Panda” bond cinesi

L’agenzia ungherese per la gestione degli assets e del debito pubblico (ÁKK) ha dato disposizione a Bank of China e HSBC per una possibile emissione di panda bond.

I titoli, scrive il BBJ riportando l’ÁKK come fonte, sono distribuiti sul mercato cinese interno e sono rivolti principalmente a investitori cinesi. L’emissione e i prezzi dipenderanno dall’andamento del mercato, ha aggiunto l’autorità secondo BBJ. I Panda bonds sono titoli denominati in yuan presenti nel mercato interbancario cinese, emessi da istituzioni straniere. Secondo Xinhua Financial, che già ad aprile aveva dato la notizia della possibile emissione, il mercato ungherese renminbi (RMB, ovvero il mercato dello yen) sta crescendo con successo, e presenta la possibilità di avere conti di deposito o prestiti con tale valuta. Date le relazioni commerciali tra Ungheria e Cina in espansione, la banca centrale ungherese MNB starebbe infatti cercando di creare una struttura del mercato dei capitali adatta ad investimenti in yuan. Una strategia potrebbe dunque essere quella di emettere Panda bonds che, come riportato da Reuters, sono stati classificati come “AAA” dalla agenzia di rating cinese China Lianhe Credit Rating (stesso rating di, tra le altre, Portogallo e Corea del Sud). Non sono disponibili ulteriori informazioni riguardanti i Panda bonds, ma sembra chiara la strategia di Pechino di rimuovere le barriere sulle emissioni straniere al fine di dare uno stampo internazionale allo yuan. Un percorso che dunque coinvolgerà anche l’Ungheria, sfruttando le ottime relazioni commerciali tra i due paesi e tra le due banche centrali presenti in questo periodo.

Vittorio Cara

Redazione Economia.hu

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/