La settimana del BUX – Settimana di fine mese positiva dopo la decisione sui tassi della MNB

Inizio di settimana negativo per il BUX che ha chiuso la seduta del lunedì in ribasso dello 1.13%. Hanno terminato la seduta in discesa tutti i principali titoli dell’indice: OTP Bank ha perso l’1.54%, MOL è calata dello 0.93%, Richter ha chiuso in discesa di un punto percentuale e Magyar Telecom è scesa dello 0.23%.

In mattinata sono stati pubblicati dall’Istituto di Ricerca Economica GKI i dati relativi all’indicatore combinato del sentiment dei consumatori e delle imprese che è salito a -1.1 a luglio dal -2.2 del mese precedente, grazie a un miglioramento dell’indicatore di business confidence che è salito a 4.4 punti a luglio dal 2.1 di giugno.

Si è mostrato invece in peggioramento il sentiment dei consumatori con l’indicatore di consumer confidence che è sceso a -16.9 punti a luglio dal -14.5 segnato a giugno. Sempre lunedì la società IT 4iG ha annunciato l’istituzione di un advisory board per lo sviluppo delle sue relazioni internazionali.

Nella giornata di martedì la Banca Centrale Ungherese ha annunciato la decisione del Consiglio Monetario di aumentare il tasso di base di 30 punti base portandolo all’1.20%. L’aumento è stato superiore alle aspettative di mercato che prevedevano un aumento di 15 bps.

Analogamente il tasso di deposito overnight è stato alzato allo 0.25% dal precedente -0.05%. Inoltre la MNB prevede di continuare il ciclo di aumenti dei tassi di interesse per garantire la stabilità dei prezzi e ancorare le aspettative di inflazione.

Il BUX ha chiuso le contrattazioni poco sopra la parità, in guadagno dello 0.11%. OTP Bank e Magyar Telecom sono salite entrambe dello 0.35% mentre Richter ha guadagnato lo 0.13%. Ha chiuso in negativo MOL, in ribasso dello 0.43%.

Mercoledì mattina l’Ufficio Centrale di Statistica ha pubblicato il dato relativo al tasso di disoccupazione in Ungheria per il mese di giugno che è stato del 4%. Il tasso relativo alla fascia di popolazione tra i 15 ed i 74 anni è diminuito di 1 punto percentuale rispetto a giugno dello scorso anno.

Il principale indice della Borsa di Budapest ha chiuso in rialzo del 1.12%. Tra i titoli maggiormente pesati OTP Bank e Richter hanno terminato la seduta in rialzo rispettivamente del 1.40% e dello 0.31% mentre Magyar Telecom ha perso lo 0.94%.

Da segnalare la performance di MOL che ha guadagnato il 2.05%, miglior performance dell’indice, e ha annunciato di aver trasferito insieme allo Stato Ungherese il 10.4% di azioni della società oil & gas ungherese alla MOL New Europe Foundation consentendole di dare inizio alle proprie attività.

La seduta di giovedì è stata positiva per il BUX che ha chiuso in rialzo del 1.60%. Tra i principali titoli hanno segnato performance positive OTP Bank, Richter e Magyar Telekom che sono saliti rispettivamente del 2.64%, 1.88% e 1.54% mentre MOL ha chiuso in leggero ribasso a -0.08%.

In giornata l’Ufficio centrale di statistica ha diffuso i dati del primo semestre relativi alle richieste di permesso per la costruzione di abitazioni che sono aumentate del 22.4% su base annua anche se il numero di nuovi progetti a Budapest è diminuito.

Venerdì mattina sono stati comunicati i dati relativi al mese di maggio sul salario medio, che è aumentato del 8.2% rispetto allo scorso anno, e sulla bilancia commerciale che ha mostrato un surplus di 68 milioni di euro.

L’indice BUX ha chiuso la giornata in positivo dello 0.67%. Tra i titoli maggiormente capitalizzati hanno terminato le contrattazioni in salita MOL e Richter che sono salite rispettivamente del 1.09% e 1.97% mentre hanno chiuso leggermente sotto la chiusura del giorno precedente OTP Bank (-0.06%) e Magyar Telekom (-0.23%).

Il BUX ha segnato quindi una performance settimanale del 2.36% trainata in particolare da OTP Bank che ha guadagnato il 2.77% e Richter che è salita del 3.30%.

ARTICOLI RECENTI

Federico Fanin

Federico Fanin, dopo aver completato gli studi in Economia e Finanza presso l'Università di Genova e diverse esperienze internazionali, arriva a Milano dove inizia il suo percorso professionale nel mondo dell'asset management. Attualmente lavora come portfolio manager con un focus particolare sui mercati azionari internazionali e sui mercati emergenti sia azionari che obbligazionari. Nel suo lavoro ha modo di seguire da vicino le dinamiche macroeconomiche e quelle dei mercati finanziari.