Le aziende ungheresi spendono poco per la digitalizzazione

Circa due terzi delle aziende ungheresi si considerano “più innovative della media”, ma solo un quinto circa ha una strategia di innovazione, e la spesa per la digitalizzazione rappresenta solo il 5% dei costi operativi, secondo un sondaggio condotto da K&H Bank, riporta gazdasagportal.hu.

DigitalWorld – Elemize.com

Il sondaggio ha mostrato che solo il 36% degli intervistati ha detto che la transizione digitale è importante per il loro business, mentre il 45% ha detto che non è un problema importante al momento.

Le aziende ungheresi hanno continuato a innovare durante la pandemia del coronavirus, con il 43% che ha introdotto nuovi prodotti o servizi negli ultimi due anni. La percentuale era del 70% tra le grandi aziende. Circa il 42% degli intervistati prevede di lanciare nuovi prodotti o servizi nei prossimi 12 mesi.

L’indagine mostra che le aziende del settore industriale e dei servizi sono in testa in termini di innovazione, mentre è più debole nel settore agricolo. L’indagine rappresentativa ha coinvolto 360 aziende con entrate annuali di più di 300 milioni di HUF.

Il settore aziendale ungherese è in ritardo nel campo dei cosiddetti big data, cioè in termini di elaborazione di grandi quantità di dati, solo il 10-20 per cento di loro se ne occupa. Solo il 5-10 per cento delle aziende usa qualche forma di applicazione basata sull’intelligenza artificiale, e il resto non conta nemmeno su queste soluzioni, ha aggiunto.

FONTE: Gazdasagportal.hu
FONTE FOTO: LinkedIn

ARTICOLI RECENTI

Alberto Scandolara