Le iniziative no profit ungheresi nell’epidemia coronavirus

Le iniziative che danno casa a medici e operatori sanitari

Sebbene nei media abbiamo sentito parlare principalmente del lavoro di infermieri e medici, al di fuori di loro ci sono alcune persone che fanno del loro meglio per creare iniziative sociale e di aiuto nelle comunitá. I social media ospitano diverse iniziative che cercano di aiutare coloro che combattono il coronavirus: dagli appartamenti liberi a disposizione di medici, infermieri, paramedici, ai trasporti e pasti gratuiti e non solo.

Una delle ideatrice di una di queste iniziative “eroine ordinarie” è Mónika Berke, che ha creato un gruppo Facebook per offrire un appartamento gratuito per gli operatori sanitari che non vogliono portare l’infezione a casa ai loro familiari.

Un’altra é Nóra Balogh, amministratore del gruppo Facebook  per gli operatori sanitari nella comunità Airbnb di Budapest. Nóra ha raccontato a Index che l’idea nel suo caso é nata quando un suo parente che lavorava come medico stava cercando un appartamento in modo da non dover tornare a casa, poiché aveva paura di infettare i propri familiari. Cosí ha pensato che probabilmente la maggior parte delle case usualmente in affitto su airbnb sono ora vacanti a causa del blocco del turismo e che potevano essere una soluzione utile per altri medici e operatori sanitari.

Speriamo che in questo modo di poter anche contribuire alla sicurezza e al benessere dei nostri operatori sanitari.

Monika Berke

Il gruppo di Facebook “Pihentesd a dokit” aiuta a collegare i proprietari di case con gli operatori sanitari su e giù per il paese, i medici e gli infermieri che lavorano lontano da casa o non vogliono mettere a rischio le loro famiglie possono rimanere in una proprietà vicino il loro posto di lavoro gratuitamente. Inizialmente focalizzata su Budapest, l’iniziativa divenne presto nazionale a causa delle crescenti richieste da diverse regioni.

Il processo di condivisione è molto semplice: dopo una breve ispezione, il proprietario dell’appartamento viene messo in contatto con un richiedente e stipulano un contratto gratuito. Il gruppo è ancora alla ricerca di offerte di proprietari di case e professionisti sanitari certificati che necessitano di una casa temporanea, ed é possibile contattarli sia tramite l’indirizzo e-mail pihentesdadokit@gmail.com oppure su Facebook Pihentesd a dokit!

https://www.facebook.com/groups/Pihentesdadokit/?ref=br_tf&epa=SEARCH_BOX

Ma le iniziative non si fermano alle case: Offerte dalla comunitá

Il gruppo di Facebook chiamato Offerte dalla comunitá per aiutare a eliminare il virus ha un pubblico target più ampio di quanto sopra. Questo, secondo la sua descrizione, raccoglie donazioni non solo per coloro che lavorano nel settore sanitario, ma anche per ambulanze, agenti di polizia, vigili del fuoco, infermieri, medici, personale militare e coloro che lavorano nella gestione delle catastrofi.

https://www.facebook.com/groups/1104200093261034/permalink/1134495806898129/

Questo gruppo, creato da Viktor Dóczi, autista presso il National Ambulance Service, ha riferito a Index che non ci sono amministratori in questo gruppo e che il sistema è “autosufficiente”, vale a dire nel gruppo, coloro che offrono aiuto e coloro che trarrebbero beneficio da tale offerta possono contattarsi senza mediazione.

https://www.facebook.com/groups/506260236718018/

L’iniziativa anti-virus

Molti di questi gruppi sono locali, nazionali. Su Facebook si trova anche “Antivirus initiative“.
La pagina e il relativo gruppo sono invece in inglese perché si tratta di una iniziativa su scala globale. “Il nostro obiettivo è alleviare l’onere per l’assistenza sanitaria, proteggere i deboli e quindi salvare vite umane, contribuendo a rallentare la diffusione del Coronavirus in tutto il mondo” scrivono nel chi siamo. “Una delle nostre attività è quella di collegare i sistemi di assistenza sanitaria in tutto il mondo bisognosi con i produttori di articoli per l’igiene medica e di protezione, che ci danno anche un accesso parziale agli sbalzi di produzione. Altro qui: www.antivirusinitiative.com”

https://www.facebook.com/groups/antivirusinitiativebudapest/

Se sei a conoscenza di altre iniziative puoi contattarci tramite messaggio sui social o all’indirizzo email: economia.hu@itlgroup.hu

Glamour.hu | About Hungary | BBJ.HU | ATV | RTL | Index

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/