Mapei rallenta le esportazioni per soddisfare la domanda interna

L’unità locale del produttore italiano di materiali da costruzione Mapei ha detto ieri di aver messo un freno alle esportazioni per soddisfare la domanda interna.

Mapei Hungary Kft. – Pestpilis

“Nella seconda metà, riapriremo le esportazioni solo se avremo soddisfatto la domanda interna”, ha dichiarato l’amministratore delegato di Mapei Kft. Béla Markovich, aggiungendo che l’unità aveva già fermato le esportazioni nel 2017 a causa di un picco nella domanda interna. Le vendite interne di Mapei nel primo semestre sono aumentate del 20% su base annua a 13,4 miliardi di HUF. Le esportazioni sono salite del 2% a 232 milioni di HUF.

L’azienda sta espandendo la sua forza lavoro di 15 persone quest’anno per soddisfare senza problemi l’aumento della domanda. Attualmente l’azienda impiega 219 persone nella sua sede centrale di Budaörs e nel suo stabilimento di produzione di Sóskút.

La fornitura di materie prime a Mapei Kft. è stabile, non c’è carenza di prodotti, tuttavia, in alcuni gruppi di prodotti, rivestimenti in resina epossidica, pavimenti industriali, stucchi epossidici, adesivi e fogli sintetici impermeabilizzanti possono avere slittamenti significativi.

L’azienda fa ogni sforzo per garantire la fornitura di materie prime e mantenere la stabilità dei prezzi. La ristrutturazione dei costi ha mitigato efficacemente l’impatto dell’aumento dei prezzi delle materie prime attraverso la ristrutturazione e la riduzione dei costi, che non l’ha costretta ad aumentare i prezzi da maggio.

Secondo Béla Markovich, l’attuale situazione dovuta alla carenza di materie prime, alle difficoltà di approvvigionamento e all’aumento della domanda dovrebbe tornare alla normalità in autunno.

Il governo ungherese ha annunciato l’intenzione di porre restrizioni alle esportazioni di alcuni materiali da costruzione per mitigare i forti aumenti di prezzo dovuti alla caduta, dopo che Bruxelles avrà autorizzato la misura. Richiede già la fornitura di dati sulle esportazioni di questi materiali da costruzione.

FONTE: Gazdasagportal.hu
FONTE FOTO: Mapei.com/hu

ARTICOLI RECENTI

Alberto Scandolara