Mercato immobiliare e Coronavirus: il punto sulla situazione con Szilvia Schenk- ITL Group

Mercato immobiliare e Coronavirus: facciamo il punto sulla situazione con Szilvia Schenk, Head of Real Estate Department. Laureata in Asset Management e Valutazione degli Immobili, nel 1998 ha avviato la sua attività di broker Immobiliare e Valutatore di Immobili. Con un’ampia esperienza nella vendita di edifici e appartamenti anche provenienti dai portafogli immobiliari delle banche, dal 2013 Schenk è parte di ITL Group.

Vediamo dunque un riassunto dell’andamento del mercato per poi trattare l’impatto dell’epidemia sulle compravendite immobiliari.

Panoramica mercato immobiliare 2019

Dopo aumenti costanti dell’andamento del mercato immobiliare ungherese, dal secondo semestre del 2019 si è verificata una sostanziale frenata.

La nuova obbligazione, MÁP Plusz, introdotta dallo Stato ungherese, ha fatto sì che molti investitori prima interessati al mercato immobiliare si siano ora concentrati su investimenti finanziari. Per questo motivo la domanda degli appartamenti, soprattutto per quelli di piccole dimensioni, ha subito un forte rallentamento nel quarto trimestre 2019 causando un calo notevole degli affitti.

Il rallentamento del mercato immobiliare ha fatto sì che nel secondo semestre 2019 i compratori siano stati più attendisti nel completare le transazioni, preferendo piuttosto aspettare eventuali ulteriori cali per aggiudicarsi un prezzo migliore.   Inoltre, tra la fine del 2019 e i primi mesi del 2020, gli analisti di OTP Bank hanno registrato come il margine di contrattazione immobiliare sia aumentato di circa un terzo rispetto ai valori corrispondenti dell’anno precedente a favore dei compratori. Secondo le loro stime lo sconto medio ottenibile sul prezzo finale dell’immobile si attesterebbe intorno al 4%.

La situazione a Budapest

Budapest si conferma la città coi prezzi immobiliari più alti ma anche qui l’aumento dei prezzi nella seconda parte dell’anno 2019 si é stabilizzato. Le ultime regolamentazioni governative relative all’attivitá turistica hanno inoltre influito negativamente sulla tendenza di acquistare appartamenti  allo scadere di affitti a breve termine. Questa dinamica ha comportato un aumento dell’offerta di case affittate a lungo termine con conseguente calo del prezzo degli affitti.

In crescita la domanda d’immobili di tipo familiare. Il numero di transazioni ad oggetto case familiari è aumentato rispetto alle vendite degli appartamenti in centro Budapest.

Fonte: KSH

Il distretto piú caro della capitale si conferma il V, con un prezzo medio al metro quadro di 960.000 Huf, pari a 2.727 €. In forte crescita i prezzi del I distretto. La cittá piú costosa dopo Budapest é diventata Debrecen.

Fonte KSH

L’Impatto del Coronavirus

Verosimilmente la pandemia di Coronavirus, ormai dilagata in tutta Europa, non gioverà al già citato rallentamento del mercato immobiliare. Tuttavia gli esperti di OTP Bank al momento non prospettano bruschi crolli dei prezzi. E’ però sicuro che  il Covid 19 avrá un impatto forte sul segmento delle case vacanze, determinando una diminuzione del prezzo degli affitti a causa di un probabile eccesso di offerta. Sul lato business potrebbe verificarsi una flessione del segmento uffici, in crisi a causa dello smart working imposto dal contagio.

Inoltre l’attuale regime di quarantena complica inevitabilmente la gestione delle transazioni immobiliari per chi intende vendere il proprio immobile. Con uno scenario di recessione economica alle porte saranno i compratori a poter godere di maggiore potere negoziale verso i venditori in carenza di liquidità.

D’altra parte, dal momento che il Coronavirus ha avuto un forte impatto negativo sulle performance dei mercati finanziari, la fiducia nel mercato immobiliare rimane alta, forse uscendone anche rafforzata da questa situazione. Al netto di quanto esposto si segnala però che la mutevolezza repentina dello scenario macro e microeconomico dovuta al contagio rende molto difficile fare previsioni anche per il mercato immobiliare.

Fonti: ITL Group Real Estate | BBJ | KSH

Leggi anche:
http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/in-ungheria-continua-a-crescere-ledilizia/

ITL Group Real Estate, Contatta subito i nostri esperti!
Niccoló Traldi

Niccoló Traldi, laureato in Economia e Marketing presso l'Università di Modena, é attualmente iscritto al corso di laurea magistrale in Marketing presso l'Università Luiss Guido Carli. Tirocinante presso ITL Group, collabora con la redazione di Economia.hu.