Mercedes-Benz inaugura in Ungheria primo impianto Full-Flex

A circa 90km a sud di Budapest, in località Kecskemét, Mercedes-Benz Cars ha inaugurato la costruzione del suo primo “Full-Flex Plant”, un progetto “flessibile ed efficiente” da 1 miliardo di euro che rappresenta il più grande investimento diretto estero 2018 in Ungheria. Il nuovo impianto è previsto creare oltre 2500 posti di lavoro e, scrive l’azienda nel comunicato, rappresenta “il prossimo passo sulla strada della produzione intelligente”.

Diverse delle sue caratteristiche, infatti, puntano al 4.0 dell’industria, come le tecnologie all’avanguardia per il ritiro dei veicoli completati, basati su richiamo vocale o sul “pick by light”. Pensato nel rispetto del protocollo battezzato “Factory 56” e presentato dalla multinazionale a inizio anno, lo stabilimento seguirà un approccio sostenibile alla produzione, ponendo l’accento sui diritti umani per ogni sua attività. Niente carbonio e niente carta, per cominciare, con una digitalizzazione al 100% e l’impiego inoltre di risorse rinnovabili, ma anche dettagli che faranno la differenza per il personale, come sedili ergonomici, aree relax e smartwathes. Il concetto di impianto flessibile fa riferimento a un’unica struttura che consente la costruzione di veicoli di categorie diverse, incluse auto elettriche e compatte.

Il gigante tedesco ha fissato per il 2022 il termine entro il quale tutti i suoi impianti in Germania dovranno dotarsi di una rete di alimentazione elettrica a zero emissioni di CO2, rinunciando in altre parole all’impiego del carbone.

Quando ha aperto i battenti a marzo 2012 quella di Kecskemét è stata la prima fabbrica di auto Mercedes-Benz in Europa fuori della Germania. Negli ultimi 5 anni è diventato uno dei maggiori impianti al mondo della rete produttiva di Mercedes-Benz. Un organico di 3500 addetti fa di Mercedes il maggior datore di lavoro nella regione. Al suo interno vengono prodotti per il mercato globale i modelli CLA e CLA Shooting Brake e sarà avviata la produzione di vetture compatte in cooperazione con la casa madre di Rastatt. 

Claudia Leporatti

Redazione Economia.hu

Foto: Ufficio Stampa Mercedes-Benz

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/