Obbligo di segnalare conti stranieri per aziende in Ungheria

Il piano per la legge finanziaria 2018 prevede per le imprese ungheresi l’obbligo di segnalare qualsiasi conto bancario straniero da loro detenuto.

Inoltre, coloro che affittano le loro proprietà non dovranno pagare il contributo finanziaria, solo l’imposta sul reddito personale del 15% sul reddito derivante dall’affitto. In base alle modifiche alla legge sulla tassazione, l’autorità fiscale riceverà anche informazioni sulle associazioni di imprese che hanno utilizzato prima dell’1 gennaio i servizi di società che forniscono un indirizzo come sede registrata dall’azienda. La proposta prevede un anno di grazia in cui le aziende possono dotarsi dei programmi di fatturazione collegati direttamente all’ufficio fiscale. Prima del 1 luglio 2018 l’obbligo di fornire i dati elettronici non sarà effettivo e potrà essere osservato su base volontaria senza incorrere in sanzioni in caso contrario. 

Redazione Economia.hu

Foto Freepik

 

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/