Orbán, raddoppia limite di credito alle PMI delle “Carte Széchenyi”

Il limite massimo per il programma ricreazionale Széchenyi Card sarà raddoppiato a 100 milioni di fiorini dagli attuali 50 milioni.

La carta Széchenyi è un programma promosso dallo stato ungherese che offre credito revolving alle PMI. Piano utilizzato soprattutto da imprese collocate fuori Budapest, che rappresentano l’86% dell’utilizzo del credito emesso tramite carte Széchenyi. Lo ha dichiarato Viktor Orbán alla cerimonia per l’emissione della 250millesima carta. Il governo ungherese, ha sottolineato il primo ministro, considera i prestiti alle PMI una questione di importanza strategica. L’economia ungherese non potrebbe esistere senza le piccole e medie imprese, che – ha osservato Orbán – nel 2015 hanno dato lavoro al 73% degli occupati, circa 2 milioni di persone. Secondo il responsabile del programma László Krisán “Con il suo aiuto (delle carte Széchenyi) un mensile di 17 miliardi di fiorini, oltre 100 milioni di fiorini l’ora aiutano le imprese ungheresi a sopravvivere”. 
Cos’è la Carta Széchenyi
(da informercatiesteri) Forma di credito a tasso agevolato dallo Stato, elaborata per le piccole, medie e micro impre- se, avente la finalità di facilitare per le piccole imprese e per gli imprenditori individuali l’ac- cesso, tramite un’istruttoria semplificata, a un credito ad uso libero per aiutarli a superare le difficoltà di liquidità.

Redazione Economia.hu

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/