Polo Museale di Budapest, pubblicato il bando internazionale

28 Febbraio 2014 – Aperto il bando internazionale per il “quartiere dei musei”,

l’ambizioso sviluppo pensato dal governo ungherese per Városliget, il parco cittadino di Budapest. Il progetto dovrebbe riguardare cinque musei e il rinnovo del parco, situato a Pest tra i distretti VI e XIV. Secondo MTI il bando invita gli studi di architettura ad inviare le loro proposte per la il complesso di musei (vedi sotto).

I piani saranno presentati ad una giuria internazionale di 11 membri, entro il 27 maggio 2014. Al momento è noto che la giuria sarà co-diretta da Laszlo Baan, direttore del Museo delle Belle Arti e dall’architetto Wim Pijbes, direttore del Rijksmuseum di Amsterdam.

 

Attualmente vi si trovano 4 dei musei più noti della capitale: il museo delle belle arti e quello di arte moderna, il museo dell’agricoltura e quello dei trasporti, cui si aggiungono come attrazioni principali le terme Szechényi e lo zoo (che dovrebbe essere ampliato inglobando tra l’altro parte del Parco di Divertimenti, che ha chiuso i battenti in autunno). Il piano di sviluppo prevede lo spostamento del Néprajizi Museum (Museo Etnografico, oggi davanti al Parlamento), della Galleria Nazionale dalla sua posizione al Castello di Buda e del Ludwig (lungo il Danubio, a Pest, vicino al Palazzo delle Arti). Si parla inoltre della creazione di un villaggio gastronomico e della demolizione del Petofi Csarnok. Il circo, inoltre, dovrebbe essere ricollocato. Un Prezi (l’alternativa ungherese a Power Point, diffusa ormai in tutto il mondo) illustra come dovrebbe cambiare la configurazione del parco. Potete visionarlo, in lingua ungherese, al link seguente:

 

http://prezi.com/gtgskqb3k8b1/varosliget/

 

Redazione Economia.hu 

 

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/