Primo sold out nella storia del Sziget

A una settimana dall’inizio il Sziget Festival di Budapest ha registrato il tutto esaurito per la prima volta nella sua storia ultraventennale. Un successo previsto: gli organizzatori lo avevano preannunciato già a luglio nei comunicati stampa.

Un picco di acquisti dovuto, secondo il fondatore Károly Gerendai, non solo alla “buona line-up”, ma “anche all’implementazione dei tanti servizi che da un paio d’anni il Sziget sta attuando”. Ricca come al solito anche per questa 22esima edizione la presenza di artisti italiani e soprattutto pugliesi tra cui Caparezza, ma anche un gruppo storico come il Canzoniere Grecanico Salentino, Salmo, Diodato e Auchan. Nonostante il sold out sarà comunque possibile munirsi di un pass settimanale all’ingresso: ne sono stati predisposti 1.000 e una volta esauriti anche questi saranno disponibili in ogni caso i ticket giornalieri. “Abbiamo raggiunto il limite di 45.000 pass settimanali – informa Gerendai – e i ticket giornalieri non possono superare le 25.000 unità per giorno. Quindi sommando le presenze totali tra visitatori ospiti, partner e tutto lo staff  il festival può servire senza problemi logistici 85.000 persone al giorno”. I visitatori stimati per l’intera settimana potrebbero superare i 400mila, cifra che ha già fatto ribattezzare il Sziget 2014 “Festival dei Record”. Per informazioni in italiano e per acquistare i ticket giornalieri ww.it.szigetfestival.com

 

Redazione Economia.hu

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/