Le riprese di Borderlands inizieranno a Budapest

Le riprese di Borderlands inizieranno a Budapest, in Ungheria. Qui il trailer. L’Ungheria è la seconda destinazione più popolare per le riprese di Hollywood in Europa (dopo il Regno Unito). Nel 2019, gli investimenti diretti nella produzione cinematografica in Ungheria hanno raggiunto i 565,6 milioni di dollari scrive hollywoodreporter.

Molti nei film e in TV si era trasferiti in Ungheria per il basso numero di casi di covid19 all’inizio della pandemia. All’inizio dell’estate le produzioni internazionali potrebbero tornare nel Paese.

“Abbiamo terminato 20 produzioni cinematografiche nel 2020” ha affermato Csaba Káel, Commissario governativo per lo sviluppo dell’industria cinematografica ungherese.

Il governo avrebbe adottato misure proattive per combattere il virus soprattutto per garantire che industrie come l’industria cinematografica operassero in sicurezza.

Borderlands

Goodman ha dichiarato: “Abbiamo aperto lo spazio per un film della Lionsgate, Borderlands (con Cate Blanchett e Kevin Hart), stiamo facendo la terza stagione di Jack Ryan per la Paramount TV, e stiamo facendo un progetto Marvel, che, per i soliti motivi di sicurezza di cui non posso parlare.” Da una sceneggiatura di Craig Mazin (creatore della serie TV Chernobyl), Eli Roth dirigerà il film Borderlands con Avi Arad e Ari Arad produttori insieme a Erik Feig. Il produttore esecutivo è il boss di Gearbox Randy Pitchford.

Quando il film di Borderlands è stato annunciato per la prima volta, il regista Eli Roth ha detto: “Sono così entusiasta di immergermi nel mondo di Borderlands e non potrei farlo con una sceneggiatura, un team di produzione e uno studio migliori. Ho una lunga storia di successo con Lionsgate – sento che siamo cresciuti insieme e che tutto nella mia carriera di regista ha portato a un progetto di queste dimensioni e ambizione. Non vedo l’ora di portare la mia energia, le mie idee e la mia visione nel mondo selvaggio, divertente e infinitamente creativo del gioco. Randy Pitchford e tutti i membri di Gearbox sono stati incredibilmente favorevoli alle mie idee: sembra davvero una tempesta perfetta di creatori che si uniscono. Siamo fuori per creare un nuovo classico, che i fan del gioco adoreranno, ma anche che troverà nuovo pubblico a livello globale “.

Non conosciamo ancora i personaggi del film, ma speriamo di conoscerli presto.

Il successo dell’industria cinematografica ungherese

Nel luglio 2020 il National Film Institute (NFI) ha dichiarato che l’industria cinematografica ungherese ha attratto una spesa diretta record di 164,4 miliardi di fiorini (465 milioni di euro) nel 2019, il 50% in più rispetto all’anno precedente.

Ciò significa che il volume della produzione cinematografica in Ungheria ha superato i 100 miliardi di HUF per il quarto anno consecutivo. Nel 2019 sono state registrate 319 produzioni in Ungheria, di cui 228 opere ungheresi, otto coproduzioni e 83 produzioni straniere, aggiunge il BBJ.

L’Ungheria offre uno sconto fiscale del 30% per le produzioni cinematografiche e televisive, basato sulle spese nel paese, ma lo sconto può raggiungere il 37,5% attraverso l’aggiunta di costi non ungheresi qualificanti.

scrive il Daily News Hungary

Rebeka Szabó

FONTI: hollywoodreporter.com | Eurogamer.net | Gameinformer

ARTICOLI SIMILI

2017 Ungheria aumenta incentivi alla produzione cinematografica

ESPLORA LA NOSTRA TAG CINEMA

Dal nostro archivio del 2017
Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/