Smart Jump: tutto sull’evento di Budapest

Si è tenuto oggi a Budapest “l’evento moltiplicatore” di Smart Jump (progetto parte di Erasmus+) tenuto da ITL Group. Gli interventi della giornata di formazione e innovazione hanno visto alternarsi i partner svedesi e spagnoli di Smart Jump, con la partecipazione dell’ente ideatore del progetto, SIAV Confindustria Veneto.

Economia.hu ha seguito e trasmesso l’evento via Twitter (@economiahu) e Instagram Stories.

Gli interventi della giornata di formazione e innovazione hanno visto alternarsi i partner svedesi e spagnoli di Smart Jump a dinamiche realtà ungheresi del mondo delle startup. Design Terminal e Brain Bar Budapest hanno presentato le loro attività. Design Terminal è un incubatore di startup specializzato in design, arredamento e accessori “smart”; Brain Bar è un festival dal concetto originale, che permette di incontrare relatori di rilievo in un’atmosfera di divertimento, musica e intrattenimento di qualità. La sede stessa dell’evento rappresenta uno degli attori più vivaci sulla scena dell’innovazione nella capitale ungherese: sito a due passi dalla Basilica di Santo Stefano, Kaptár è uno spazio di coworking attorno al quale gravita una community di giovani imprenditori e professionisti di vari settori.
Il panel è stato introdotto da Alessandro Farina di ITL Group. A seguire il Presidente della Camera di Commercio Italiana per l’Ungheria (CCIU) Francesco Mari ha illustrato le nuove attività della camera in ambito di innovazione.
Focus sul modello a ellisse quadrupla per l’intervento del partner spagnolo INDICO, che ha posto l’enfasi sulla necessità di creare incubatori e sul ruolo delle “alleanze di sapere” (knowledge alliances). Il tema dell’eguaglianza di genere è stato invece rappresentato dalla svedese WINNET, supportato da una ricerca scandinava.
La seconda parte della giornata, chiamata “Carosello di Esperienze” ha coinvolto direttamente il pubblico. Con  la formazione di gruppi misti, tra persone provenienti da aziende diverse, gli spettatori hanno condidiviso le loro storie e i loro suggerimenti portando a una serie di conclusioni che saranno condivise sulla piattaforma di Smart Jump gestita da SIAV Confindustria Veneto.

IL COMMENTO
“Tenere eventi come quello di Smart Jump oggi a Budapest – commenta Barbara Ács di ITL EU Finance, partner ungherese di Smart Jump –  ci permette di interagire con partner internazionali e stimolare la nascita di nuove idee o di migliorare le soluzioni già adottatate dalle aziende. Crediamo che i cambiamenti partano prima di tutto dalle persone, ovvero dai dipendenti di un’impresa: i momenti di formazione come quello di oggi sono ancora più preziosi, perchè mettono tutti “gli assi” sullo stesso livello. Datori di lavoro, e dipendenti, ma anche imprenditori, istituzioni civili, istruzione e pubblica amministrazione.”

Claudia Leporatti

Redazione Economia.hu

 

Redazione

La Redazione di Econiomia.hu e si avvale delle competenze dei professionisti dello studio di consulenza ITL Group, che dal 1995 supporta le aziende italiane della loro crescita in Ungheria. Editor in chief: Irene Pepe Leggi di piú nel Chi siamo >http://www.itlgroup.eu/economiahu2020/chi-siamo/