Soft Flow inaugura un centro di R&S da 2 miliardi di HUF

Il 2 novembre è stato consegnato a Pécs il laboratorio di ricerca di Soft Flow, l’unità locale dell’azienda danese Foss Analytical.

L’investimento totale di 2 miliardi di HUF a Pécs è stato realizzato con il sostegno del governo ungherese e la cooperazione strategica dell’Università di Pécs (PTE)

Simon Armbruszt, amministratore delegato di Soft Flow Kft., durante la cerimonia di inaugurazione ha detto che la collaborazione con la casa madre è stata di grande successo.

Oltre a raggiungere molti successi professionali, i giovani colleghi di Pécs si caratterizzano anche per il loro alto livello di istruzione, di cui l’azienda può essere orgogliosa.


La ricerca scientifica ungherese non è predestinata ad essere competitiva, ma ad essere in testa al mondo. E qui, in questa struttura avremo tutte le opportunità per farlo.

Ha aggiunto Simon Armbruszt

Anche Kim Vejlby Hansen, CEO di Foss Analytical, ha parlato alla cerimonia.

La società madre e la società di Pécs stanno facendo un lavoro importante nel campo dell’analisi degli alimenti e dei mangimi su scala globale, rispondendo alle esigenze in costante evoluzione con tecnologie innovative e intelligenti.

Ha sottolineato Kim Vejlby Hansen

Lo stato ha fornito circa 770 milioni di fiorini a sostegno dell’investimento di 2 miliardi di fiorini a Pécs, grazie al quale l’azienda creerà 90 nuovi posti di lavoro in aggiunta ai 31 esistenti.

Il governo ha mobilitato e mobiliterà importanti risorse affinché l’economia orientata alla produzione possa avanzare almeno di un passo il più presto possibile e diventare un’economia guidata dalla ricerca e dallo sviluppo.


Péter Szijjártó , Ministro degli Affari Esteri e del Commercio

Soft Flow New Building construction timelapse

Fonte: BBJ | pecsma.hu
Fonte immagine: Soft Flow

ARTICOLI RECENTI

Rita Virgillito