Quest’anno gli ungheresi scelgono di restare nel paese: il turismo interno per la ripartenza

Sette ungheresi su dieci quest’anno decidono di restare in Ungheria per le vacanze, secondo un sondaggio commissionato dall’Agenzia del turismo ungherese alla Fondazione End of the Century. Tre quarti degli intervistati rimarrebbe in Ungheria: la maggior parte sceglierà il Lago Balaton, nella regione di Mátra-Bükk o nei dintorni di Budapest.

A causa della diversificazione dell’offerta interna e delle restrizioni, il turismo interno è diventato più prezioso e l’Agenzia del turismo ungherese ci aveva parlato dei piani per attrarre turisti esteri in Ungheria. Il 54% degli intervistati ha viaggiato a livello nazionale negli ultimi 12 mesi. Anche l’aumento dell’importo della SZÉP Card contribuisce notevolmente al rilancio del desiderio di viaggiare. Un terzo degli intervistati (32%) utilizza questo mezzo di pagamento durante i propri viaggi turistici.

Grazie allo standard europeo, ai servizi family-friendly e di qualità, la soddisfazione degli ospiti durante il loro ultimo viaggio domestico è pari a 8 su una scala di 10.

Il 70% dei partecipanti al sondaggio pianifica un viaggio “domestico entro un anno , gli intervistati hanno indicato la balneazione e le attività ricreative vicino alla natura come destinazione turistica principale.

La maggior parte dei turisti si recherebbe al Lago Balaton (36%), seguito dal Mátra-Bükk (12%) e dall’area di Budapest (9%). Le risposte mostrano anche che i tipi di alloggio più attraenti sono gli alloggi privati (50%) e gli hotel (40%).

Fonte: Agenzia del Turismo Ungherese

La ricerca sottolinea che la selezione della destinazione è ancora un fattore importante. Allo stesso tempo, le precauzioni igieniche e le condizioni di cancellazione flessibili risultano essere altrettanto importanti.

Il quadro è ulteriormente cambiato, inoltre, dall’attenuazione della situazione epidemica e dal grado di vaccinazione, con il 60% degli intervistati che afferma di essere già stato vaccinato.


I viaggiatori domestici sembrano essere molto più ottimisti riguardo ai viaggi estivi, come emerge dal 70% dei partecipanti al sondaggio. L’alta stagione estiva (luglio-agosto) è la più popolare per date di viaggio specifiche. Il 37% degli intervistati ha dichiarato di avere programmi di viaggio all’estero, la maggior parte di loro avrebbe visitato i paesi europei, con Croazia e Austria come destinazioni principali.

Anche i dati di pre-prenotazione del National Tourist Information Center (NTAK) mostrano un parallelismo con i dati della ricerca. Per tutti e tre i mesi estivi, sono già state prenotate più di 1 milione di pernottamenti per gli ospiti, la maggior parte per luglio. Il numero di prenotazioni è aumentato del 37% rispetto a un mese prima. Il 75% delle prenotazioni proveniva da ospiti “domestici”, il 35% dei quali è arrivato al Lago Balaton, l’8% a Mátra – Bükk, il 7% a Debrecen e dintorni e il 5% ad alloggi nei dintorni di Budapest e Bük – Sárvár.

Fonte: BBJ | Foto: Agenzia del Turismo Ungherese

ARTICOLI SUL TURISMO

ARTICOLI RECENTI

Arianna Cerri